UNCHARTED IN FORMATO CARTOON!

Francesco

L’uscita sul mercato di Uncharted 4, titolo attesissimo da tutti i possessori di Playstation 4, è stata accolta da un vero e proprio clamore: recensioni entusiaste in ogni dove e un giudizio positivo unanime hanno fatto del capitolo conclusivo dell’epopea di Nathan Drake un istantaneo gioco di culto.
In anticipo di qualche giorno e del tutto a sorpresa, la divisione mobile di Sony Playstation ha rilasciato sul mercato Android e Apple un inedito spin-off in formula free-to-play intitolato Uncharted: Fortune Hunter. Sarà riuscito questo “giochino” per mobile a ritagliarsi il suo spazio nell’epopea dei tombaroli mascotte della Sony? Scopriamolo insieme!

Uncharted-FortuneHunter img002UN MONDO DI PUZZLE

Pensato inizialmente come una companion app dedicata alla parte Multiplayer di Uncharted 4, Fortune Hunter è stato successivamente sviluppato come gioco a sé, prendendo a piene mani da titoli quali Lara Croft Go e Hitman Go per proporre una formula a puzzle game semplice quanto efficace: il gioco si basa sul concetto del classico recupero di reliquie antiche disseminate in ambientazioni a caselle in cui, con l’ausilio del touch screen il giocatore dovrà destreggiarsi tra trappole, meccanismi e altri elementi che lo avvicineranno o lo ostacoleranno nell’impresa. Quest’ultimo dovrà dunque comandare Drake tracciando col  dito un percorso per guidare il minuto protagonista, cercando di raggiungere la meta nel minor numero possibile di mosse ed evitando di attivare le numerose trappole presenti nello stage. In ogni livello c’è una contatore di mosse massime eseguibile, e se il giocatore riesce ad arrivare al tesoro nel numero prestabilito ottiene una chiave, necessaria a schiudere uno degli scrigni che di volta in volta Sully, il compare storico di Nathan “Nate” Drake riuscirà periodicamente a recuperare. Il contenuto di questi scrigni rappresenta il vero e proprio motivo per il quale il giocatore di Uncharted 4 avrà interesse nel completare di volta in volta gli stage di questo spin-off: essi infatti possono contenere la valuta di gioco, che servirà a sbloccare contenuti ingame, ma soprattutto dedicati al multiplayer. Mi riferisco a skin, armi, oggetti e bonus che si potranno poi utilizzare per arricchire la propria esperienza di gioco nel quarto capitolo della serie. Per poter trasferire i contenuti da mobile al gioco su home console basta connettersi al Playstation Network dal dispositivo mobile. Più facile di così!

Uncharted-FortuneHunter img000Non è solo il concept di gioco a rappresentare una novità nell’economia della serie di Uncharted: il character design e lo stile grafico sono stati rivoluzionati del tutto, avvicinandosi molto allo stile cartoon delle produzioni classiche di Naughty Dog, dalla mitica trilogia di Crash Bandicoot per la PSX fino ai Jak and Dexter per Playstation 2. In Fortune Hunter infatti rincontreremo Nate e Sully come non li abbiamo mai visti, in proporzioni cartoonesche, ma curiosamente del tutto inedite e assolutamente piacevoli alla vista.

Uncharted: Fortune Hunter

Sviluppatore: Playstation Mobile Inc.
Publisher: Playstation Mobile Inc.
Genere: Puzzle Game
Disponibile: Digital
PEGI: 3+
Lingua: Italiano
Versione Testata: Android

Somiglia a…

Galleria

La grafica colorata e i comandi intuitivi, così come gli scambi di battutine tra i due protagonisti e le situazioni via via sempre più impegnative e intriganti vi terranno incollati allo schermo touch per tanto tempo, e se siete anche possessori di Uncharted 4 per home console avrete un altro motivo per giocare e tentare di fare quanti più punti possibili ad Uncharted: Fortune Hunter. Sebbene il gioco sia un free to play, quindi siano presenti gli inevitabili acquisti in-app, questi non determinano affatto la progressione all’interno del gioco, rappresentando un bonus che facilita la corsa ai risultati di per sé non impossibili da raggiungere senza spenderci un euro. Seppur non arrivando alle vette di stile e gameplay di Lara Croft Go, questo Uncharted per mobile rappresenta un ottimo svago e un valido antipasto da giocare tra una partita e l’altra al fratellone per Playstation 4. E’ insomma un motivo più che valido per avere le scanzonate avventure di Nate e Sully sempre a portata di touch.

semafori indie-03

Good

  • Formula ludica semplice, immediata e divertente.
  • Bonus per il multiplayer di Uncharted 4 trasferibili tramite Playstation Network.
  • Graficamente piacevole e stile cartoon accattivante.
  • Totalmente free-to-play!

Bad

  • Non propone nulla di veramente innovativo.
  • Alla lunga abbastanza ripetitivo.
8

Francesco
Nato pigiando tasti a caso sul Commodore 64, cresciuto tra una partita a The Legend of Zelda e Super Mario Bros, Francesco è stato fulminato sulla via di Damasco da titoli come Xenogears, I Final Fantasy vecchia scuola, Metal Gear Solid, le avventure grafiche e i survival horror dell'era PSX. Fino a quando il medium videoludico racconterà una storia, XenoLink sarà lì pronto a viverle tutte!