Gotta go... Fast!!

Simone

Team Sonic Racing

Sviluppatore: Sumo Digital
Publisher: SEGA
Genere: Racing game
Disponibile: Digital+retail
PEGI: 3+
Lingua: Italiano
Versione Testata: PC
Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Si è fatto un gran parlare del porcospino blu durante lo scorso mese, purtroppo per i motivi sbagliati: l’annuncio del film dedicato alla mascotte SEGA ha scosso i social network a causa dell’orrenda creatura modellata in 3D per il lungometraggio. Ora che i produttori hanno rassicurato la fanbase con un “lo stiamo rifacendo” si può tornare a parlarne in termini videoludici. Il team Sumo Digital in partnership con SEGA porta le avventure di Sonic ad un livello completamente diverso rispetto ai giochi “classici” della serie. Può il rapidissimo porcospino trovarsi a suo agio comodamente seduto all’interno di un’autovettura? E soprattutto: quanto funziona un approccio simile?

La promozione del titolo è passata attraverso una serie di corti animati che potete trovare gratuitamente su Youtube.

Tutto ha inizio con l’arrivo di Dodon Pa, un “tanuki” di origine aliena particolarmente abile sul fronte tecnico: costruttore di automezzi tecnologicamente avanzati, invita Sonic e la sua banda al completo ad una serie di competizioni automobilistiche. Inizialmente titubanti, gli amici di Sonic accettano e scoprono in seguito alcuni dettagli sull’alieno: Dodon Pa è sia il re del suo pianeta d’origine sia il presidente della megacorporazione DonPa Motors che crea automezzi in grado di generare energia dal “gioco di squadra” durante le competizioni organizzate. La compagnia è attualmente impegnata nella realizzazione dell’Ultimate Energy Engine, un motore che permetterà di generare energia pulita ed illimitata per tutti usando lo stesso principio menzionato prima. Il perfido Dottor Eggman, attirato dalle potenzialità dell’invenzione, rapisce Dodon Pa e sfida il team Sonic a liberarlo.

Una trama inaspettatamente complessa se si considera il suo inserimento in un racing game in stile Mario Kart, normalmente identificato dall’uso di debolissime “scuse” narrative per portare i protagonisti di una determinata serie in sella ad automezzi. Team Sonic Racing prende molto da Mario Kart, persino troppo: chiunque abbia un minimo di esperienza nella celebre serie targata Nintendo non tarderà ad avere sensazioni di deja-vu sia a livello estetico che (soprattutto) a livello di meccaniche.

MI RICORDI QUALCUNO…

Il primo pregio che salta all’occhio (ed all’orecchio) è certamente l’ottimo comparto tecnico: il titolo targato Sumo Digital sprizza colori e chicche visive da ogni poro e la fluidità è ottima anche su macchine meno performanti. La colonna sonora raggiunge picchi di vera eccellenza, anche grazie ai numerosi remix di tracce storiche della serie Sonic che faranno la felicità dei veterani. Da lodare anche l’inserimento di un doppiaggio in lingua giapponese, oltre all’ovvia presenza di tutte le altre lingue principali.

Le meccaniche di gameplay sono semplici da spiegare: acceleratore, freno, derapata. Come in Mario Kart? Si, esattamente come in Mario Kart. E’ possibile anche effettuare acrobazie a mezz’aria per ottenere boost istantanei una volta toccata terra: ovviamente sono presenti gli immancabili power up come missili, boost temporanei, blocchi da sganciare per far schiantare gli avversari ed altro ancora. Il problema principale di Team Sonic Racing sta proprio qui: è molto, troppo simile a Mario Kart al punto da risultare quasi un plagio.

Fortunatamente accorre in aiuto la meccanica del teamwork, dal quale il gioco prende il nome: i mezzi messi a disposizione di Dodon Pa hanno infatti la possibilità di “lavorare in gruppo” per ottenere i migliori risultati possibili. Se ci si posiziona nella “scia” di un compagno di squadra si ottiene un leggero boost e la barra dell’Hyper Boost (un’accelerazione enorme ma limitata, da conservare per i momenti importanti) si carica lentamente. E’ anche possibile cedere oggetti agli altri compagni di squadra tramite un comando apposito per aiutare chi è rimasto indietro. Una meccanica di gameplay assai interessante e ben realizzata, che non inserisce troppe features che avrebbero interferito con il ritmo di gioco normalmente serrato.

Sono ovviamente presenti le varie modalità torneo, sfida in locale, garage per customizzare i veicoli (con ripercussioni sulle statistiche in-game) ed il comparto multiplayer. I giocatori stagionati di Mario Kart sanno bene cosa aspettarsi quando si varca la soglia del mondo online: sfide al cardiopalma con veri campioni e l’occasione di fare un vero salto di qualità con le proprie skills. Il gioco di squadra diventa fondamentale durante i match online se si vogliono raggiungere risultati apprezzabili. In generale Team Sonic Racing è un gioco più che buono, che viene purtroppo penalizzato dall’esistenza stessa della serie Mario Kart, ma che non ne viene del tutto schiacciato. A conti fatti si tratta di un prodotto di qualità che potrebbe offrire una valida alternativa alla celebre serie targata Nintendo.

 

 

 

 

Dove posso acquistarlo?

PS Store

XBOX MARKETPLACE

E’ difficile giudicare in modo oggettivo un titolo come Team Sonic Racing: da una parte si trova un comparto tecnico ben realizzato che fa il paio con un gameplay solido, divertente e funzionale. Dall’altra parte bisogna (per forza di cose) considerare che esiste la serie Mario Kart, dalla quale questo titolo ha preso fin troppo. Ma, alla fine, il gioco è coinvolgente e di grande impatto. Si può ignorare questa caratteristica? Assolutamente no.

verde

Good

  • Gameplay rodato e ben concepito.
  • Comparto grafico ottimo, supportato da un comparto sonoro decisamente superlativo.
  • Modalità, customizzazioni: ce n'è per tutti i gusti.

Bad

  • Fondamentalmente è Mario Kart con veicoli/personaggi/piste/oggetti diversi.
  • Alcuni problemi di matchmaking online.
7.5

Simone
Entrato nel castello di Dracula negli anni '80, non ne è più uscito e vaga per i saloni in 8-bit chiedendosi che fine abbiano fatto i bei videogiochi di una volta