Notti superlative

Superlative Night Dreams Cotton Fantasy

Sviluppatore: SUCCESS/Studio Saizensen LTD
Distributore: SUCCESS, ININ Games
Formato: Digital+retail
Localizzazione: Italiano
Versione Testata: PS4
Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Dove posso acquistarlo?

Acquistando videogiochi attraverso questi canali sostieni GeekGamer.it e garantisci la qualità dei suoi contenuti senza alcun sovrapprezzo.

Dopo le recenti, innumerevoli riproposte dei giochi della serie di Cotton in edizioni emulate e rinnovate su console odierne, nonché persino un vero e proprio reboot, ecco apparire un gioco completamente nuovo che, in teoria, potrebbe godere del vantaggio della modernità e trascendere gli inevitabili limiti di obsolescenza dei precedenti.
Sulla carta, Cotton Fantasy resta comunque un titolo “Cotton”, assai simile ai suoi predecessori e quindi assolutamente incline a ricalcare le loro orme, tanto che sul piano concettuale sembrerebbe un prodotto concepito decenni fa. Ciò che lo contraddistingue è senza dubbio la risoluzione e la quantità di sprite su schermo, decisamente più alta com’è naturale aspettarsi, così come le cutscene, disegnate e non in pixel art. Caratteristica, quest’ultima, che rischia di non favorirlo nel mercato attuale, laddove la pixel art e persino una certa approssimazione nella giocabilità sono divenute cifre stilistiche “intenzionalmente retrò”.

Il gioco presenta moltissimi personaggi selezionabili ma la storia resta sempre la stessa, quella di Cotton. Difficilmente ci si poteva attendere la creazione di una linea narrativa per ciascuno dei protagonisti (soprattutto per esigenze di costi), sicché per quanto vi possano essere alcune sostanziali differenze nel gameplay la “diva” principale resta sempre in primo piano. Sul fronte delle meccaniche, il gioco non propone novità assolute, ma qualche interessante diversivo. Cotton mantiene nel proprio arsenale le consuete tre magie da selezionare, e i suoi potenziamenti consistono nell’acquisizione di fatine in funzione di “orbiter”. Gli altri personaggi sono invece ispirati ad altri giochi della Success: Fine per esempio si basa su Starfighter Sanvein (epoca Playstation), e possiede tipologie di spari selezionabili ma non potenziabili nonché un timer da 600 secondi al posto degli indicatori della vita. Ogni volta che si subisce danno alcuni secondi vengono sottratti, mentre aumentano ad ogni nemico distrutto. Inutile sottolineare come queste trovate rendano Superlative Night Dreams Cotton Fantasy molto più rigiocabile rispetto alla concorrenza diretta, poiché ogni personaggio produce un’esperienza completamente nuova pur essendo introdotto nel medesimo ambiente ludico.

Ciò detto Superlative Night Dreams Cotton Fantasy può contare sulla sola modalità storia, se si eccettua il training mode per i principianti. È però presente la leaderboard, ormai obbligatoria in tutti i giochi retrò o neo-retrò, che consente – se siete interessati a questo genere di cose – di conoscere la propria posizione in una classifica di qualche migliaio di giocatori. La durata è quella media da shoot’em up, ossia tra i 45 e i 60 minuti a seconda della vostra abilità, ma diciamo che in tre quarti d’ora dovreste riuscire a completarlo.
Certo, sarebbe stato interessante poter trovare qualche novità originale in un gioco concepito ex novo, magari una modalità più “roguelite” oppure una multiplayer – che avrebbe giovato immensamente delle differenze vistose tra i personaggi. Peccato, un’occasione persa.
In ogni caso, se vi sono piaciuti i giochi della serie Cotton, certamente non potrete farvi sfuggire questo, che della serie conserva tutte le caratteristiche e peculiarità – anche di registro. Non aspettatevi però di restare sorpresi.

giallo

7.5