Successi di carta

Simone

Le avventure di Mario & soci sono da sempre tradizionalmente legate al mondo dei platform, luogo di nascita del mito mariesco e di tutto ciò che il celebre idraulico rappresenta per la storia videoludica. Eppure, nell’ormai lontano 1996, l’unione di Nintendo e la mai troppo compianta Squaresoft, oggi Square Enix, diede alla luce un franchise completamente nuovo e bizzarro unendo il mondo di Super Mario a un gameplay tipicamente JRPG, con combattimenti a turni arricchiti da quick time event atti a rendere le lotte più “action”. Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars (in Giappone noto semplicemente noto come Super Mario RPG) rappresentò a suo tempo il punto di partenza della serie Mario & Luigi, fortunato spin off in salsa JRPG relegato finora sulle console portatili targate Nintendo e sinonimo di qualità sin dalla prima incarnazione. Mario & Luigi: Paper Jam Bros è il secondo episodio approdato su Nintendo 3DS e promette di tenere alta la bandiera della serie offrendo avventure divertenti dall’umorismo travolgente…ma è effettivamente così?

Mario & Luigi Paper Jam Bros art000

CARTA CHE VINCE, CARTA CHE PERDE

Il buon Luigi, in compagnia di un Toad, sta impegnando la sua giornata ripulendo un vecchio ripostiglio nel castello di Peach quando fa cadere a terra involontariamente un grosso libro: il manoscritto si rivela essere il portale verso il mondo di Paper Mario, e l’accaduto genera un vero e proprio tornado che fa fuoriuscire tutti i personaggi del mondo cartaceo, riversandoli in quello “reale” e mescolandoli al popolo del regno. Mentre Mario e Luigi incontrano la Principessa Peach di carta, al castello di Bowser fanno conoscenza “a modo loro” anche i due antagonisti della serie: dopo le iniziali incomprensioni, il malefico duo decide di unire forze ed eserciti per riversare nel Regno dei Funghi un’armata invincibile che finalmente sconfiggerà Mario & soci. Fortunatamente i due fratelli potranno avvalersi dell’inaspettato aiuto di un terzo componente: Paper Mario in persona si unirà alla mischia per dare una mano con poteri del tutto nuovi, nel tentativo di contrastare l’avanzata delle truppe dei due snellissimi Bowser.

Mario & Luigi Paper Jam Bros img001L’incipit della storia è pressochè simile a molte cose già viste in passato, ma nonostante questo Mario & Luigi: Paper Jam Bros riesce comunque a sprizzare umorismo e divertimento da tutti i pori, sia grazie all’ambientazione molto nota a tutti i fan della saga, sia grazie a trovate narrative già ampiamente rodate e funzionali come lo spassoso italiano maccheronico con il quale si esprimono i due fratelli. Al di là della trama, di per sè semplice e fruibile anche per chi non ha seguito i precedenti episodi, il gioco inizia subito e risparmia ai giocatori interminabili tutorial. Generalmente quest’ultimo capitolo risulta molto “velocizzato” in varie parti, soprattutto grazie alla possibilità di saltare dialoghi o accelerarli tramite la pressione del tasto dorsale R: durante l’esplorazione del mondo circostante è oltretutto possibile lanciarsi in una corsa rapida tramite la pressione del tasto X, caratteristica assente nei predecessori e molto ultile per ridurre al minimo la noia nell’esplorazione di zone già visitate in precedenza.

Per il resto Mario & Luigi: Paper Jam Bros si rivela come un riuscito “more of the same”, lasciando la maggior parte del gameplay sostanzialmente invariata per ottimi motivi: il combat system a turni gestito con quick time event funziona sempre alla grande, spezzando la noia del grinding ed aggiungendo anche le meccaniche particolari di Paper Mario, vero e proprio “uomo esercito” che utilizza il nuovo Blocco Copia per creare fino a 6 copie di se stesso ed attaccare in gruppo. Ai già funzionali Attacchi Fratelli, che coinvolgono Mario e Luigi, si aggiungono gli Attacchi Trio da effettuare tramite la collaborazione con Paper Mario: l’effetto scenico è molto interessante e questi devastanti colpi riescono nell’impresa di togliere di mezzo un buon numero di nemici se effettuati alla perfezione.

In aggiunta a queste meccaniche sono poi presenti scontri inusuali con logiche del tutto differenti, com’è consuetudine della serie e come avveniva già ad esempio in Viaggio al Centro di Bowser: gli Scontri tra Modelloni rappresentano un’interessante variante rispetto al passato, creando una vera e propria battaglia campale in specifiche arene e dove si prende il controllo di un gigantesco costrutto fatto di cartone e mosso da un gruppo di Toad. Si affrontano altri modelli enormi costruiti dai nemici con l’obiettivo di speronarli per poi schiacciarli. Una trovata decisamente interessante che spezza ulteriormente il ritmo del gioco e crea uno stile di combattimento completamente nuovo per la serie.

Mario & Luigi Paper Jam Bros art001

MIX DI MONDI

Mario & Luigi Paper Jam Bros art002Come di consueto i personaggi dispongono di un equipaggiamento migliorabile tramite acquisti nei vari negozi oppure ritrovamenti al termine delle battaglie. Paper Mario ha un equip proprio (ovviamente) e i vari pezzi sono indossabili esclusivamente da lui. Il leveling è importante come sempre per restare al passo e contrastare efficacemente la forza dei nemici, soprattutto per affrontare le difficili boss battles che qui raggiungono picchi di sfida davvero alti, quasi fuori asse rispetto al generale impegno richiesto per risultare vittoriosi: oggetti di vario tipo sono comunque sempre a disposizione per curare stati alterati, rigenerare HP e ottenere temporanei bonus.

A questo proposito vengono in aiuto le nuove Carte Scontro ottenibili sia da appositi venditori sia tramite le funzionalità Amiibo che, tuttavia, sono purtroppo precluse a chi non possiede New Nintendo 3DS o il lettore NFC esterno per la versione precedente della console. Queste carte possono essere utilizzate una sola volta per battaglia tramite la spesa di un determinato numero di Punti Stella, ottenibili inanellando attacchi andati a segno: è quindi possibile comporre, a discrezione del giocatore, un mazzo da 10 carte con diversi effetti, le quali verranno pescate durante gli scontri andando ad infliggere danni, ripristinare HP, ecc. Le Sfide Esperto sono presenti anche in questo capitolo con il loro bagaglio di difficoltà elevata adatta a chi vuole davvero impegnarsi duramente, in aggiunta anche alle missioni per ritrovare i Toad di Carta sparsi in tutto il Regno dei Funghi. Tali ricerche non sono puramente accessorie, dato che per procedere oltre alcune zone viene richiesta la liberazione di un determinato numero di funghetti bipedi per farsi costruire oggetti indispensabili all’avanzamento.

Esteticamente Mario & Luigi: Paper Jam Bros è sulla linea dei predecessori, con uno stile colorato e sempre piacevole a vedersi: le animazioni per quanto semplici risultano gradevoli quanto basta e gli ambienti sono ricchi di interessanti dettagli, soprattutto nelle zone in cui si trovano vari “pezzi” del mondo cartaceo mescolati ad ambienti del mondo reale. Le funzionalità 3D vengono utilizzate ampiamente sia negli Scontri tra Modelloni che durante l’utilizzo di alcuni Attacchi Fratelli, creando un senso piacevole di profondità. A livello sonoro sono presenti temi musicali simili a quanto già sentito in passato: melodie allegre e ben inserite nel contesto di gioco si sposano alla già citata presenza delle voci di Mario e Luigi, sempre spassose da sentire soprattutto per noi giocatori italiani.


Mario & Luigi Paper Jam Bros cover
Mario & Luigi: Paper Jam Bros

Sviluppatore: AlphaDream
Publisher: Nintendo
Genere: J-RPG
Disponibile: Retail + Digital
PEGI: 3+
Lingua: Italiano
Sito Ufficiale

Contenuti

  • Coinvolgimento
  • Narrazione
  • Interazione
  • Linearità
  • Condivisione

Mario & Luigi: Paper Jam Bros si aggiunge alla lista dei giochi della serie e lo fa con stile: benchè si proponga inizialmente come un more of the same, inizia gradualmente ad aggiungere novità di gameplay che rendono il gioco sempre gradevole e vario in tutti i suoi aspetti. L’unione dei due mondi funziona benissimo, aggiungendo il “muto umorismo” di Paper Mario ad una serie che da sempre regala ore di ottimo divertimento di alta qualità.

verde

Good

  • Umorismo a palate
  • Sfide esperto ottime per spezzare il gameplay
  • Combattimenti divertenti e variegati grazie anche agli scontri tra modelloni
  • Artisticamente molto piacevole

Bad

  • Difficoltà sbilanciata in alcune boss battles
  • Chi non dispone del lettore NFC o di New Nintendo 3DS non ha accesso alle funzioni Amiibo
9

Simone
Entrato nel castello di Dracula negli anni '80, non ne è più uscito e vaga per i saloni in 8-bit chiedendosi che fine abbiano fatto i bei videogiochi di una volta