I piani di Capcom allo scoperto? Final Fight, Captain Commando e Dragon’s Dogma 2

Capcom Dragon's Dogma

Da più di un mese ormai impazza tra gli appassionati Capcom la notizia di un clamoroso furto di dati sensibili in seguito a un attacco informatico condotto da un anonimo gruppo di hacker. Il colosso giapponese sembra trovarsi in una posizione particolarmente vulnerabile: cominciano infatti a circolare in rete informazioni eclatanti (e convergenti…) sui piani di pubblicazione per il prossimo futuro.

Onestamente, la lista sembra un po’ troppo bella per essere vera. Se dovessimo credere a questi dati, entro il 2024 ci troveremmo ad esser graziati da una valanga di giochi di peso, nonché dalla resurrezione di IP che avevamo considerato ormai perse. Riportiamo l’elenco dal sito di Pushsquare:

  • Resident Evil Outrage – Q4 2021

  • Dragon’s Dogma 2 – Q2 2022

  • Street Fighter 6 – Q3 2022

  • Rockman (Mega Man in English) Match – Q3 2022

  • Resident Evil 4 Remake – Q4 2022

  • Onimusha New Work – Q4 2022

  • Monster Hunter 6 – Q2 2023

  • Biohazard Apocalypse – Q3 2023

  • Super Street Fighter 6 – Q4 2023

  • Final Fight Remake – Q2 2024

  • Power Stone Remake – Q3 2024

  • Ultra Street Fighter 6 – Q4 2024

  • Captain Commando – Q4 2024

  • Resident Evil Hank – Q4 2024

Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti… oltre al proseguimento di serie storiche Capcom, sarebbero da notare il recupero di antiche glorie come Final Fight e Capitain Commando, insieme a un grande favorito della redazione di GeekGamer: Dragon’s Dogma, del cui fantomatico secondo capitolo si parla invano da anni. Resident Evil 4, antica esclusiva per GameCube, troverebbe una nuova incarnazione in un ipotetico remake, senza dimenticare Power Stone, pubblicato ormai nel lontano 1999 per DreamCast e apparso in seguito solo per PSP.

La lista va presa con pinze ignifughe e – va da sé – l’intera operazione che avrebbe portato alla divulgazione di simili notizie va condannata senza se e senza ma. Eppure, non possiamo negare che ci piacerebbe fosse vero…

Ilya Muromets
Storico dell'arte, musicista e sarto dilettante, giocatore compulsivo da ormai svariati decenni. Specialista in cRPG, fantasy europeo e Magic the Gathering. Quando non è alle prese con un videogioco di ruolo occidentale indie (più sono marroni e tristi, più ci si diverte), si nasconde nelle steppe siberiane in attesa di rientrare trionfalmente recando con sé qualche testa di idra come trofeo.