The Binding of Isaac: Repentance è l’incarnazione finale del roguelike di Edmund McMillen

The Binding of Isaac: Repentance è l’incarnazione finale del roguelike di Edmund McMillen

Edwmund McMillen, storico sviluppatore indipendente dietro a classici come Super Meat Boy e The Binding of Isaac, fa sapere che il suo roguelike bidimensionale dalle tinte macabre vedrà presto la pubblicazione di una nuova espansione, a sua detta l’ultima a cui lavorerà per questo progetto ormai decennale.

Secondo lo stesso McMillen, The Binding of Isaac: Repentance introdurrà talmente tante novità da somigliare più ad un sequel più che ad una semplice espansione, e sarebbe ormai completo al 90%. Si tratta della prima ondata di nuove contenuti dalla pubblicazione di The Binding of Isaac: Afterbirth +, titolo pubblicato cinque anni fa; secondo il creatore, e la pagina steam del progetto, Repentance porterà il piccolo Isaac verso lidi mai esplorati fino ad oggi, comprendendo tanti nuove orribili nemici, armi e oggetto da decifrare per assicurarsi la sopravvivenza nell’angusta cantina di mamma. Atteso entro la fine dell’anno, vedremo quando il videogioco verrà reso disponibile almeno su PC.

Un’ultima “non notizia” di stampo prettamente videoludico: McMillen è diventato, da poco, papà un’altra volta. Auguri a lui e consorte! 🙂

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.