Grande scossa nel mondo del gaming: Microsoft acquisice ZeniMax Media, e quindi Bethesda Softworks (Fallout, The Elder Scrolls, Doom)

Grande scossa nel mondo del gaming: Microsoft acquisice ZeniMax Media, e quindi Bethesda Softworks (Fallout, The Elder Scrolls, Doom)

Microsoft ha finalmente deciso di giocare ad armi pari contro Sony e il suo portfolio di virtuosi sviluppatori first-party, annunciando di aver appena siglato un accordo per un valore di 7,5 miliardi di dollari per acquisire ZeniMax Media, compagnia dietro il nome di Bethesda Softworks e di alcuni dei più amati franchise dei videogiochi degli ultimi 20 anni.

In un sol colpo – dannatamente costoso -, Microsoft ha appena assicurato sotto la propria etichetta franchise del calibro di The Eleder Scrolls, Fallout, Wolfenstein, DOOM, Dishonored, Prey, Quake, Starfield, The Evil Within e tanti altri. Tute le software house connesse a ZeniMax Media, ovvero Bethesda Game Studios, id Software, ZeniMax Online Studios, Arkane Studios, MachineGames, Tango Gameworks, Alpha Dog Games e Roundhouse Studios sono, da oggi, proprietà di Microsoft.  Ad annunciarlo è la stessa Microsoft dai propri canali ufficiali, attraverso le parole del fido Phil Spencer, capo del reparto Xbox.

Bethesda Softwork fu una delle primissime software house ad assicurare a Microsoft titoli di grande richiamo nel servizio ad abbonamento Xbox Game Pass. Solamente il futuro potrà rivelare cosa questa acquisizione possa significare per il mondo dei videogiochi tutto. Bisognerà infatti capire se Microsoft permetterà a questi titoli di approdare anche su altre piattaforme di gioco, seguendo il modello di franchising inaugurato dopo l’acquisizione di Mojang e del celeberissimo Minecraft.

Che i prossimi Fallout, The Elders Scrolls e DOOM diventino esclusive console Xbox? Secondo Bethesda la questione è molto semplice: Microsoft è stata la prima compagnia ad aver creduto nel  potenziale commerciale di portare giochi della complessità di The Elders Scrolls: Morrowind su console (non a caso il titolo venne pubblicato solamente sull’originale Xbox), e da allora la loro relazione commerciale non ha fatto altro che migliorare.

Al momento l’unica cosa certa è che tutti i futuri titoli Bethesda saranno presenti al lancio su Xbox Game Pass, accessibili quindi sia su PC che su Xbox One, Xbox One Series S e Xbox One Series X.

L’ennesimo acquisto di Microsoft segue quello di altre compagnie, tra le quali ricordiamo Double Fine Productions (Psychonauts 2), Ninja Theory (Unslaved, Hellblade: Senua’s Sacrifice), Obsidian Entertainment (The Outer Worlds) e Undead Labs (State of Decay). Il prossimo sarà uno studio giapponese?

AGGIORNAMENTO: gli accordi presi in precedenza tra Sony e Bethesda Softworks rimangono inalterati per Deathloop e Ghostwire: Tokyo. Presumibilmente ora Microsoft guadagnerà, ora, una percentuale per ogni copia venduta.

Segue il comunicato stampa ufficiale di Microsoft Italia.

Microsoft ha annunciato oggi il piano di acquisizione di ZeniMax Media, azienda madre di Bethesda Softworks, uno dei più importanti sviluppatori e publisher privati a livello mondiale. Secondo i termini dell’accordo, Microsoft acquisirà ZeniMax Media per 7,5 miliardi di dollari.

  • Bethesda, autore di celebri franchise acclamati dalla critica come The Elder Scrolls e Fallout, porterà in Xbox un imponente portfolio di giochi, tecnologie e talenti, nonché una comprovata esperienza nella creazione di blockbuster di grande successo.
  • Il settore dei videogiochi rappresenta la forma di intrattenimento più importante e in rapida crescita al mondo, un’industria che si prevede varrà oltre 200 miliardi di dollari nel 2021.
  • I giochi costituiscono la principale fonte di crescita nel mondo dei videogiochi e alimentano i nuovi servizi di cloud-gaming come Xbox Game Pass, che ha raggiunto il nuovo record di oltre 15 milioni di abbonati.
  • Con l’aggiunta di Bethesda, il numero degli studi creativi di Microsoft aumenterà da 15 a 23 e i franchise iconici di Bethesda saranno aggiunti al catalogo di Xbox Game Pass. Microsoft intende portare i prossimi titoli di Bethesda su Xbox Game Pass il giorno stesso del loro lancio su Xbox o PC.
  • Con i suoi investimenti in contenuti, nella community e nel cloud, Microsoft si distingue per la sua strategia che mira a permettere ai gamer di giocare ai giochi che preferiscono con chi vogliono e ovunque lo desiderino.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.