Resident Evil: la Jill del live action ha finalmente un nome?

Resident Evil

Qui non eravamo forse ai livelli del misterioso cantante della sigla di Lamù, ma quasi: dopo più di vent’anni dalla pubblicazione del primo Resident Evil, è stata rintracciata l’attrice che interpretava il ruolo di Jill Valentine nel filmato in live action posto in apertura del celebre capolavoro Capcom.

Quello dell’introduzione di Resident Evil costituiva un esempio tipico di quei piccoli e affascinanti “misteri” caratteristici dell’industria videoludica dell’epoca pre-internet, quando lo sfruttamento di star hollywoodiane e la capitalizzazione transmediatica erano letteralmente impensabili. Non è dunque sorprendente che anche nel caso di capisaldi entrati nella storia del medium le pratiche di produzione fossero spesso connotate da una patina di simpatica amatorialità, e che il riconoscimento delle professionalità coinvolte nei processi di creazione di un videogioco non fosse affatto previsto. Se oggi Hideo Kojima viene invitato al festival di Venezia e Keanu Reeves appare come protagonista di Cyberpunk 2077, ai tempi la partecipazione a un progetto videoludico come testimonial o impersonator non era cosa da ficcare nel curriculum di chi aspirava a diventare una star del cinema.

Per tornare al caso specifico: il filmato introduttivo di Resident Evil fu girato apparentemente senza che le persone coinvolte (nessuna delle quali aveva esperienze attoriali) fossero consapevoli di ciò che stavano facendo, e gli attori furono citati nei crediti senza riportare il loro cognome. Per anni gli appassionati hanno cercato di scoprire a chi appartenessero i volti di questa celebre intro, ma solo ieri l’account Twitter @dr_raichi ha annunciato che l’attrice impersonante la protagonista del gioco Jill Valentine, all’epoca nota solo con il nome di Inezh, è stata rintracciata e ha concesso la sua disponibilità per un’intervista.

L’intervista dovrebbe essere prossimamente pubblicata sul blog Raccoon S.T.A.R.S., dedito proprio agli approfondimenti relativi al live action di Resident Evil.

Che altro dire? A questo punto, siamo molto curiosi…

 

Ilya Muromets
Storico dell'arte, musicista e sarto dilettante, giocatore compulsivo da ormai svariati decenni. Specialista in cRPG, fantasy europeo e Magic the Gathering. Quando non è alle prese con un videogioco di ruolo occidentale indie (più sono marroni e tristi, più ci si diverte), si nasconde nelle steppe siberiane in attesa di rientrare trionfalmente recando con sé qualche testa di idra come trofeo.