E3 2019 – “Chi? Dove? Quando?”: Una guida completa alle conferenze e ai contenuti

E3 2019 – “Chi? Dove? Quando?”: Una guida completa alle conferenze e ai contenuti

La sua rilevanza mediatica è in caduta libera, ma anche quest’anno l’Electronic Entertainment Expo si terrà come sempre a Los Angeles e per facilitarvi l’onerosa operazione di recupero link, date, orari e quant’altro, noi di GeekGamer vi proponiamo una veloce riepilogativa che speriamo potrete sfoggiare come utile guida all’evento che, in questa occasione, sarà aperto al pubblico dall’11 al 14 giugno. E no, il fatto che manchino informazioni su Sony non è un errore: la compagnia ha annunciato mesi addietro che non avrebbe partecipato all’E3 2019. In compenso ci sarà Netflix (?).

L’8 giugno le danze inizieranno con il contributo di Electronic Arts e del suo “EA Play” alle 6:15 di pomeriggio; non si tratterà di una conferenza tradizionale, bensì di una vetrina in streaming senza particoli soluzioni di continuità che permetterà di visionare il futuro del gaming made in EA. Questa soluzione, in linea con quanto scelto da Nintendo negli ultimi anni, sembra essere stata presa per ridurre al minimo il tempo speso in “parole” e massimizzare il materiale promozionale video legato ai videogiochi. Il tutto sarà seguibile dal canale Twitch della compagnia (qui) o su Youtube (qui).

Fra i titoli già annunciati da EA per questo E3 2019 ricordo Star Wars Jedi: Fallen Order, la seconda stagione di contenuti di Apex Legends, Battlefield 5, FIFA, Madden NFL e The Sims 4, di recente rilanciato tramite il client Origin come prodotto gratuito (che sia in arrivo un sequel o una nuova espansione?).

Alle 10 di sera del 9 giugno sarà il turno di Microsoft di godere della luce dei riflettori della kermesse losangelina. In questa occasione il colosso di Redmond potrebbe svelare al proprio pubblico di appassionati il nuovo hardware in sviluppo ormai da anni che potrebbe riservare qualche inaspettata sorpres ai competitor. Il nuovo modello di Xbox, attualmente conosciuto col nome in codice di Anaconda (o “Scarlett”), dovrebbe poter offrire un hardware capace di renderizzare qualsiasi titolo al lancio in 4k nativi e dovrebbe essere distribuita sul mercato ad un prezzo simile a quello di Xbox One X sul finire del 2017, ovvero di circa 500€. A questo nuova console andrà poi affiancato un nuovo modello di Xbox pensata solamente per il mercato di giocatori occasionali, probabilmente venduta con un prezzo di lancio aggressivo e in accoppiata con una sottoscrizione particolarmente vantaggiosa a Xbox Game Pass, servizio di gaming on-demand ormai paragonabile a Netflix in quanto a logiche, costi e qualità dei contenuti; malgrado fosse già compatibile con la piattaforma PC (permettendo, quindi, di utilizzare le esclusive Microsoft incluse nell’abbonamento anche su PC, oltre che su Xbox),  Microsoft ha anche annunciato che i suoi sforzi si rivolgeranno anche nella creazione di un Xbox Game Pass esclusivo per PC e al lancio dei suoi titoli first party non solo sul criticatissimo Microsoft Store, ma anche su Steam (già confermato Halo: The Masterchief Collection).

Gli attuali rumor vorrebbero le due nuove console in dirittura d’arrivo per la fine del 2020, includendo tra i titoli di lancio Halo Infinite, videogioco che sarà comunque giocabile in qualche forma differente anche su Xbox One, Xbox One X e PC.

Microsoft ha inoltre già confermato che durante la sua conferenza verranno annunciate ben 14 produzioni attualmente in sviluppo presso i Microsoft Studios: che oltre ai vari Gears of War, Halo e compagnia sparante ci sia occasione per riveder far capolino dal passato storico dell’azienda delle IP come Fable? Lo scopriremo solo seguendo la conferenza a questo indirizzo.

Alle 2:30 di mattino del 10 giugno sarà quindi il turno della conferenza E3 2019 di Bethesda (seguibile sul canale twitch ufficiale) che con lo slogan “Be Together” sembra invitarci a raccoglierci attorno al suo quieto falò per raccontarci storie su alcuni dei suoi titoli più attesi. Fra i videogiochi papabili nella lista dei presenti all’E3 di quest’anno vorrei poter assicurare The Elder Scrolls VI e Starfield, due delle IP che mi hanno incuriosito maggiormente l’anno scorso, ma recentemente Todd Howard, volto chiave dientro alcune fra le più apprezzate IP della compagnia, ha smentito categoricamente la presenza di questi due titoli alla fiera di quest’anno. Difficile pronosticare qualcosa di credibile, ma se non altro possiamo essere sicuri che vedremo tanti DLC in arrivo per Rage 2. Alle 4 di mattino seguirà poi Devolver Digital con la tradizionale conferenza a base di titoli indie e memorabili sketch (un’occhiata veloce alla conferenza dell’anno scorso potrebbe chiarivi le idee su quanto detto). Forse quest’anno riusciamo a sapere qualcosa di concreto riguardo al ritorno di Metal Wolf Chaos XD.

Ubisoft tornerà invece a flettere i muscoli del suo portfolio in espansione il seguente 10 giugno alle 11 di sera, sia su Twitch che sul proprio canale youtube. Fra i titoli che potrebbero tornare a far parlare di sé, oltre al già noto Ghost Recon Breakpoint, si vocifera ci siano Watch Dogs 3, questa volta a tema londinese, e il nuovo capitolo della serie Assassin’s Creed che, secondo i rumor che si sono rincorsi online negli ultimi mesi, dovrebbe vantare un’ambientazione nordica e un cast di vichinghi. Nessuna novità per Beyond Good & Evil 2, che anche quest’anno mancherà all’appello dei nomi noti al pubblico di appassionati: un livestream riparatore interamente dedicato all’ambiziosa space-opera di Ubisoft andrà in onda il 5 giugno a questo indirizzo.

La notte dell’11 giugno, infine, Square Enix e Nintendo trasmetteranno due videoconferenze registrate che illustreranno alcuni dei titoli di punta in arrivo nei prossimi mesi. Il video di Square Enix sarà trasmesso alle 3 di notte (anche su Twitch a questo indirizzo) e pare contemplerà titoli come Final Fantasy 7 Remake, Dying Light 2 e il tanto vociferato ambizioso progetto legato a Marvel’s Avengers sviluppato presso gli uffici di Crystal Dynamcis e Eidos Montreal. Il Nintendo Direct targato E3 2019 verrà invece trasmesso alle 6 di pomeriggio e sebbene non si conoscano ancora né la sua durata (le indiscrezioni parlano di 40 minuti), né i contenuti inediti che veicolerà, quel che è sicuro è che sarà il debutto del nuovo presidente di Nintendo of America succeduto a Reggie Fils-Aime: Doug Bowser. Che si presti anche lui ai siparietti tanto amati dalla compagnia giapponese? Fra i titoli papabili in arrivo da parte della multinazionale di Kyoto ricordo Animal Crossing per Nintendo Switch, Luigi’s Mansion 3, Astral Chain e il remake tridimensionale del classico Game Boy, The Legend of Zelda: Link’s Awakening. L’E3 potrebbe anche essere il palcoscenico perfetto per presentare il nuovo combattente DLC di Super Smash Bros. Ultimate, ma al momento le fonti ufficiali sembrerebbero mantenere la bocca cucita al riguardo. Questo promettente Nintendo Direct sarà in ogni caso seguibile a questo indirizzo. Nei giorni successivi Nintendo presenterà, come di consueto, una vasta scelta di titoli in arrivo sulle proprie piattaforme attraverso il livestreaming Nintendo Treehouse sui suoi canali social.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.