Il creatore del gioco cartaceo di Cyberpunk 2077 spiega perché finalmente la sua opera può diventare un videogioco

cyberpunk

Mike Pondsmith, creatore del gioco cartaceo su cui si basa Cyberpunk 2077, ha parlato delle sfide che si incontrano trasportando le sue idee in un videogioco.

L’intervista fa parte di una serie di interviste fatta da Vodafon per il giornale spagnolo El Pais. Pondsmith ha affermato che la storia di Cyber Punk 2077 rigurda persone ordinarie che utilizzano la tecnologia per combattere le grande compagnie che detengono il potere.
Ha anche rivelato come volesse creare un videogioco basato sul mondo di Cyberpunk 2077 già nel 1986, ma a causa delle limitazioni tecniche non sarebbe stato possibile creare un mondo realistico pieno di NPC. In aggiunta, non aveva ancora trovato uno studio che condividesse la sua stessa visione del mondo di Cyberpunk.

Secondo alcuni rumor, CD Projekt Red mostrerà CYber Punk 2077 all’E3 2018. Non resta che aspettare l’evento per avere nuove informazioni.

Avatar
Giocatore da tempo immemore, crede fortemente nella forza del medium videoludico e cerca, nel suo piccolo, di favorirne la sua diffusione culturale.