Telltale Games riduce il proprio personale del 25%

Telltale Games riduce il proprio personale del 25%

Non sempre più si è meglio è. In particolar modo, nei progetti in cui bisogna creare un prodotto, può essere un pericolo la dispersione di personale e  risultare problematica, in larga scala, tenere d’occhio il processo di sviluppo. In project management, poter definire lo scope (la “dimensione”) di un’ iniziativa è essenziale, per poterla gestire nel modo più efficiente possibile. Le aziende di sviluppatori lo sanno, e in un settore che sta richiedendo sempre più attenzione ai dettagli e alla velocità di produzione, non c’è spazio per perdersi nei passaggi della catena del valore (termine che indica la struttura di una produzione).

Telltale Games ha voluto adattarsi a queste nuove sfide, volendo restringere le proprie attività per dare le giuste attenzioni ai titoli in produzione. Questo significa però, meno titoli annui rilasciati e, loro malgrado, una riduzione del personale. Ben 90 lavoratori sono stati sollevati dalle loro mansioni, circa un quarto del loro staff totale. I titoli già annunciati non saranno intaccati da questa decisione (come la stagione finale di The Walking Dead, il sequel di The Wolf Among Us e la trasposizione di I Guardiani della Galassia, per citarne alcuni).

Una voce parallela a questa notizia, è il loro abbandono del motore di gioco proprietario, in favore di uno “più utilizzato”. Si punta il dito contro Unity, a causa della presenza del CEO del programma nel consiglio di amministrazione di Telltale Games. Ma nulla ancora è stato confermato ufficialmente.

Luca Alberoni
Un (futuro) programmatore speranzoso di poter migliorare negli RTS. Ha una lista interminabile di serie da vedere e titoli da giocare. Inoltre, è segretamente 5 cani sotto un impermeabile, ma non si nota, tranquilli.