Tekken 7 – Clamoroso leak: informazioni e contenuti aggiuntivi scoperti nei files di sistema del gioco

Tekken 7 – Clamoroso leak: informazioni e contenuti aggiuntivi scoperti nei files di sistema del gioco

Dataminer ha scoperto nuovi dettagli interessanti su Tekken 7, in particolare quelli che potrebbero essere i contenuti dell’atteso DLC la cui pubblicazione non è stata ancora nemmeno annunciata da Bandai Namco. I dettagli sono stati scoperti nei files del gioco e comprendono alcuni costumi aggiuntivi, inediti guest character e una nuova modalità di gioco.

Bandai Namco non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito al clamoroso leak. La scoperta è stata pubblicata sul forum Zetaboards. Su Reddit l’utente KSoMA ha pubblicato un breve riepilogo dei dettagli scoperti:

Entrambi i nuovi personaggi del DLC hanno dei files destinati al loro posto nel menù di selezione nel gioco, mentre solo uno dei due ha una sorta di sistema di potenziamento come Eliza e Akuma. Potrebbe trattarsi di guest characters direttamente da Street Fighter?

Nel DLC saranno inclusi anche costumi da bagno, costumi da cosplayer e uniformi scolastiche . Questi contenuti erano tutti già inclusi nella versione arcade, uscita solo in Giappone nel 2015. Tutti i contenuti esclusivi per PS4 sono nei dati di programmazione del gioco, suggerendo forse un’esclusiva temporanea.

Probabilmente tornerà la modalità Tekken Bowl, introdotta per la prima volta nella serie in Tekken Tag Tournament, in cui due squadre combattono l’una contro l’altra in una partita di bowling. Il ritorno di questa modalità in Tekken 7 è una grande novità per i fan della serie, ma non è ancora confermato se la modalità sarà dotata di miglioramenti e aggiornata alle specifiche di PlayStation 4. Informazioni e annunci ufficiali potrebbero essere rilasciate al prossimo E3.

Rimanete sintonizzati.

Antonino
Con il joypad in mano fin da quando aveva 5 anni, ai tempi della PlayStation One, è laureato in Scienze della Comunicazione con specialistica in Editoria. Grande appassionato di cinema, doppiaggio, letteratura e videogiochi, lo chiamano internauta videoludico, o giocatore incallito.