Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands: è qui, nonostante le polemiche…

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands

Seppure al centro di una polemica sollevata dal governo stesso della Bolivia (a causa di una rappresentazione apparentemente non lusinghiera del paese), Ubisoft ha appena pubblicato Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, disponibile per PlayStation 4, Xbox One e Windows PC.

Sviluppato dallo studio Ubisoft di Parig*, Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands è uno sparatutto militare interamente giocabile in single player o in modalità cooperativa per un massimo di quattro giocatori, che potranno scegliere liberamente come portare a termine le missioni, osservando le conseguenze delle proprie azioni nel mondo circostante. Infatti, i giocatori potranno scegliere di agire furtivamente di notte, lanciare un assalto all’alba o collaborare per eseguire un attacco sincronizzato, eliminando così più nemici in un colpo solo.

In Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, i giocatori esploreranno una Bolivia fittizia di un prossimo futuro, con il preciso obiettivo di eliminare il violento cartello della droga Santa Blanca. Agendo dietro le linee nemiche, daranno la caccia ai propri bersagli, cercando informazioni riservate e utilizzando oltre 60 veicoli, tra cui auto, motociclette ed elicotteri. Per distruggere il cartello, dovranno raggiungere El Sueño, lo spietato leader di Santa Blanca, cercando di spezzare l’alleanza tra i signori della droga e il governo corrotto del paese.

Insomma, non stupisce che il governo della vera Bolivia abbia avuto qualcosa da ridire…

Per maggiori informazioni su Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.

Storico dell'arte, musicista e sarto dilettante, giocatore compulsivo da ormai svariati decenni. Specialista in cRPG, fantasy europeo e Magic the Gathering. Quando non è alle prese con un videogioco di ruolo occidentale indie (più sono marroni e tristi, più ci si diverte), si nasconde nelle steppe siberiane in attesa di rientrare trionfalmente recando con sé qualche testa di idra come trofeo.