I doppiatori italiani di Ratchet & Clank sul piede di guerra contro gli Youtuber

I doppiatori italiani di Ratchet & Clank sul piede di guerra contro gli Youtuber

L’ultimo episodio di Ratchet & Clank per PlayStation 4 (a presto con la recensione!) ha riscritto la storia del magico duo Insomniac, proponendo uno dei migliori capitoli della serie nata su PlayStation 2 all’inizio degli anni ‘2000. La particolarità di questo reboot sta nel fatto che fin dalla sua concezione venne pensato per essere accompagnato al lancio da un film d’animazione che ne riprendesse le atmosfere, espandendo la narrativa e facendo conoscere al grande pubblico la straripante simpatia dei suoi protagonisti. Un nobile intento che ha tuttavia dovuto scontrarsi con il malcontento generato dal risultato finale del film che, secondo le recensioni internazionali, è uno dei peggiori lungometraggi in cgi in circolazione, con asset ripresi direttamente dal gioco (lungi dall’essere mal realizzato, ma lontano dalla qualità dei film Pixar o Dreamworks) e una struttura narrativa che dà troppi elementi per scontato.

Il caso mediatico sollevato dall’adattamento cinematografico è stato aggravato da un’operazione commerciale made in Italy, che ha visto protagonisti, ancora una volta, i sempre più ricercati youtuber. È notizia delle ultime ore che Greta Menchi e Favij prenderanno parte al cast di doppiatori impegnati nell’adattamento italiano della pellicola, sostituendo due degli attori impegnati nel videogioco nel prestare l’identità a dei personaggi creati per l’occasione. La novità avrebbe fatto andare su tutte le furie gli attori storici impegnati da sempre (o quasi) nella serie, che non sono stati richiamati da Sony e sostituiti, con tutta probabilità, con voci più “economiche” e di “richiamo”. Nemmeno a dirlo, le reazioni dei diretti interessati si sono fatte sentire sui social in pochissimo tempo.

Direttrice del doppiaggio dei videogiochi

direttrice del doppiaggio

Voce storica di Clank

voce di clank

Voce storica di Capitan Qwark

voce capitano qwark

C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.