Uncharted 4: A Thief’s End. Trenta secondi-trenta di CGI, ma con i Pixies in sottofondo…

Uncharted 4

E niente, a quanto pare nell’era delle notizie flash e degli spoiler virali le case di produzione non possono proprio fare a meno di solleticare continuamente l’attenzione dei potenziali acquirenti lasciando cadere dall’alto, come da una portantina aristocratica dell’Ancien Régime, l’anteprima-contentino per il pubblico in spasmodica attesa di titoli in uscita.

Tocca ora a Uncharted 4: Fine di un Ladro, quarto e ultimo capitolo della saga di Uncharted, previsto in esclusiva su PS4 per marzo 2016. Lo scorso weekend, in occasione della proiezione statunitense di Star Wars: The Force Awakens (tanto per capitalizzare…), Sony Computer Entertainment e Naughty Dog hanno graziosamente omaggiato gli spettatori con un trailer in CGI di ben trenta secondi, intitolato Man Behind the Treasure. Nel video, accompagnato da una voce di sottofondo, si osserva una panoramica a 360 gradi di una catastrofe in corso, con vari personaggi che precipitano rovinosamente in una voragine (ma senza che i loro capelli si muovano di un millimetro), un edificio che collassa su se stesso, e Drake che si lancia in avanti apparentemente per afferrare al volo una moneta d’oro.

Una cosa imperdibile, insomma. Da farci subito una news.

E però l’intro di piano strappata ai Pixies fa sempre il suo porco effetto.

 

Ilya Muromets
Storico dell'arte, musicista e sarto dilettante, giocatore compulsivo da ormai svariati decenni. Specialista in cRPG, fantasy europeo e Magic the Gathering. Quando non è alle prese con un videogioco di ruolo occidentale indie (più sono marroni e tristi, più ci si diverte), si nasconde nelle steppe siberiane in attesa di rientrare trionfalmente recando con sé qualche testa di idra come trofeo.