Il creatore di Xenoblade vorrebbe tornare a realizzare J-RPG classici

Il creatore di Xenoblade vorrebbe tornare a realizzare J-RPG classici

Nella mia recensione di Xenoblade Chronicles X ho parlato di come il titolo pecchi di una sceneggiatura fallimentare sotto praticamente tutti i fronti, oltretutto appesantendo la situazione con dialoghi insipidi e inutilmente tirati per le lunghe. Pare, tuttavia, che il creatore della Xeno-serie, Tetsuya Takahashi, voglia tornare a realizzare videogiochi in cui la trama abbia un peso e un qualità superiori a quelli di mero filo conduttore fra missioni di raccolta oggetti e uccisione mostri.

O almeno questo è ciò che emerge dall’intervista rilasciata da GameReactor in cui il designer giapponese ha confessato di aver volutamente calcato la mano su aspetti completamenti differenti rispetto al passato e di essere tanto interessato a conoscere l’opinione dei giocatori occidentali sulla sua ultima opera, ma che in futuro vorrebbe poter tornare a realizzare un titolo maggiormente focalizzato sulla narrazione, come nei classici J-RPG. Il problema, secondo chi scrive, è che quando parla con nostalgia di videogioco “story driven” lo fa riferendosi a Xenoblade Chronicles, forse uno dei punti più bassi della sua carriera sotto il profilo prettamente narrativo, ergo preferisco sostituire questo passaggio con un riferimento a un qualsiasi Xenosaga passato. Grazie mille.

Il resto dell’intervista (non particolarmente interessante, se non si conta questo punto) lo trovate a questo indirizzo. Nel frattempo ho realizzato un unboxing della (misera) Collector’s Edition europea e un video dedicato alla prima ora di gioco commentando il tutto come un vero youtuber degli anni 2010. Yeah!

 

 

 

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.