Cyberpunk 2077 si annuncia come un gioco di proporzioni mastodontiche

Cyberpunk 2077 si annuncia come un gioco di proporzioni mastodontiche

Nel corso del 2015 The Witcher III: Wild Hunt ha meritatamente conquistato lodi e premi ovunque, non ultimo l’ambito titolo di Game of the Year conferito in occasione dei The Game Awards. Sulla scia di questo recente successo, l’amministratore delegato di CD Projeky, Adam Kicinski, ha rivelato in un’intervista rilasciata alla TV polacca TVN24 BiS che Cyberpunk 2077, il nuovo progetto della casa produttrice sarà notevolmente più ambizioso e complesso rispetto alla recente avventura di Geralt di Rivia.

Secondo Kicinski, The Witcher III si è rivelato un buon investimento grazie alle oltre sei milioni di copie vendute, seppure non siano stati raggiunti record assoluti di vendita. Con Cyberpunk 2077, CD Projekt intende creare qualcosa di completamente inaudito. Gli sviluppatori, finora reticentissimi nel rivelare dettagli aggiuntivi, sono stati dichiarati ormai pienamente concentrati su questo nuovo titolo. Tuttavia, The Witcher III continua ad essere seguito con attenzione, anche in vista della seconda espansione in uscita nel 2016, ossia Blood and Wine.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.