Swery65 si prende una pausa dall’industria

Swery65 si prende una pausa dall’industria

Il creatore del leggendario Deadly Premonition e dell’interessante esperimento punta e clicca D4: Dark Dream Don’t Die ha annunciato che a causa di alcuni problemi di salute si prenderà una pausa dal mondo dello sviluppo dei videogiochi. Il game designer giapponese si è scusato per l’inconveniente, ma ha comunque tranquillizzato i fan spiegando che continuerà a seguire i profili social per mantenere aperto un canale di comunicazione col mondo, pregando chiunque lo segua di non arrabbiarsi nel caso lo trovasse bere alcolici in alcune foto future.

Hi everyone.

Unfortunately, I have some bad news for you all.

Starting today, I will be taking a short break from game development, in order to focus on recovering from reactive hypoglycemia. I’m already slow enough at making games as it is, and I feel like all I ever do is make my fans wait… But I’ve decided that I need to take a rest here, so that I can hopefully continue to make games in the future.

I’ll keep checking my SNS accounts as much as I can, so I hope to keep seeing you all here whenever I return. So don’t get mad if I go #DrinKING.

When I recover from my illness, I’m going to do my best to make games that are better and more awesome than ever before!

Please keep cheering Access Games on!

I Love You All!!

November 6, 2015 – SWERY

Scherzi a parte, auguro al buon Swery65 di guarire presto e di poter continuare ad offrirci improbabili avventure nella seconda stagione del suo D4, titolo che potete trovare su Steam a pochi euro, ma che personalmente vi consiglio di giocare su Xbox One beneficiando delle gesture di Kinect. Nella mia recensione scrissi: “I primi episodi di D4: Dark Dreams Don’t Die introducono un mondo di gioco e degli eroi palesemente figli di un percorso autoriale sfociato in passato in produzioni controverse come “Deadly Premonition”. Chiaramente, nel caso abbiate già apprezzato le vicende dell’agente dell’FBY York Morgan potrete fin da subito prendere confidenza con lo sgraziato sistema di gioco di D4 e i suoi personaggi strampalati, mentre se siete alla ricerca di un’avventura grafica investigativa dai canoni più “seriosi” forse è il caso di rivolgersi a un altro tipo di prodotto. Vedremo se gli elementi dark solamente accennati in questi primi due episodi riusciranno ad evolversi in una storia drammatica nelle prossime uscite.”

Prossime uscite che, nel frattempo, non sono mai state ufficializzate. Ed è il caso di usare un’emoticon :(.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.