Bravely Second: End Layer e l’annoso problema delle piume non yankee

Bravely Second: End Layer e l’annoso problema delle piume non yankee

È davvero possibile che, nonostante Pocahontas e decine di pessimi film western, agli occhi di Nintendo e del suo ufficio marketing il mondo occidentale non sia riuscito a venire a patti con il fatto che i territori dell’America settentrionale erano un tempo abitati da esseri umani che non corrispondevano al ceppo etnico di Barbie?

Sembra infatti che il sito Destructoid abbia ricevuto un’interessante soffiata relativa alla localizzazione occidentale di Bravely Second: End Layer, attesa per il 2016, la classe ispirata ai nativi americani e denominata Tomahawk nella versione originale sarà trasformata nella più pacifica classe Cowboy.

bravely_second_rumour

Attenzione però: la veridicità della notizia attende ancora conferma definitiva; così come da confermare è l’autenticità di una piccola immagine divulgata su Imgur, che mostra l’abbigliamento ‘indiano’ di un personaggio femminile della classe Tomahawk trasformato in quello di una perfetta cowgirl.

Nintendo è seriamente intenzionata a praticare l’ennesimo cambiamento a un proprio prodotto per venire incontro a presunte istanze culturali del mercato non giapponese? Lo scopriremo presto, si suppone.

Ilya Muromets
Storico dell'arte, musicista e sarto dilettante, giocatore compulsivo da ormai svariati decenni. Specialista in cRPG, fantasy europeo e Magic the Gathering. Quando non è alle prese con un videogioco di ruolo occidentale indie (più sono marroni e tristi, più ci si diverte), si nasconde nelle steppe siberiane in attesa di rientrare trionfalmente recando con sé qualche testa di idra come trofeo.