NON E' SOLO QUESTIONE DI TATTICA

Francesco

Valkyria Chronicles Remastered

Sviluppatore: SEGA
Publisher: SEGA
Genere: RPG Tattico
Disponibile: Digital+Retail
PEGI: 16+
Lingua: Inglese
Versione Testata: PS4
Copia acquistata regolarmente dalla redazione di GeekGamer.it

Sin dalla sua prima uscita su Playstation 3 nel 2008, Valkyria Chronicles ne ha fatta di strada: due seguiti per console portatile, un browser game e di recente un porting per PC. Oggi il gioco si riaffaccia su Playstation 4 con una riedizione rimasterizzata, forte dei 60 frame al secondo e di un rinnovato interesse per questa particolare saga tra il tattico e l’rpg di matrice nipponica, in vista del sequel di prossima uscita Valkyia: Azure Revolution. Riuscirà il gioiellino SEGA che ai tempi fece tanto parlare di se a risplendere anche sulla next generation?

Al centro delle vicende belliche che fanno da colonna portante della struttura narrativa di Valkyria Chronicles troviamo la Settima Squadra dell’esercito di Gallia, che si troverà suo malgrado al centro di un terribile conflitto tra la pacifica Federazione Atlantica e la bellicosa Alleanza Imperiale dell’Europa dell’Est. Alla base di questa guerra vi è la volontà dell’Alleanza Imperiale di mettere le mani sulla Ragnite, la risorsa energetica che è alla base di tutti i tipi di tecnologia. Si dia il caso che proprio la Gallia, regione di un’immaginaria Europa alternativa, abbia i più grandi giacimenti di Ragnite, e proprio per questo motivo verrà trascinata istantaneamente al centro del conflitto.
Sebbene il gioco permetta sin dalle prime battute di comandare l’intera Settima Squadra, la storia di Valkyria Chronicles si concentrerà soprattutto su Welkin Gunther, studente di biologia figlio di un eroe di guerra che al ritorno nella sua terra natia si ritroverà suo malgrado al centro del conflitto, e Alicia Melchiott, ex panettiera diventata presto il capitano di guardia del suo villaggio, in seguito a un terribile attacco a sorpresa da parte di spie Imperiali.

GUERRA DAGLI OCCHI MANGA

I due verranno strappati letteralmente alle loro vite ordinarie quando il conflitto irromperà nel loro pacifico villaggio, e durante tutto il corso del gioco li vedremo maturare e diventare veri e propri leader di uno schieramento di soldati. Solo nella prima ora di gioco, che funge da tutorial basico per introdurre il giocatore ai fondamenti dello stimolante battle system, saremo chiamati a difendere il paesino da un’invasione nemica mentre all’interno di un carro armato una donna incinta verrà colta da doglie. Questo è solo uno dei tanti esempi in cui la narrazione offrirà momenti davvero inusuali e interessanti non solo nel genere dei giochi di guerra tattici, ma nel mondo videoludico tutto.
E’ proprio la trama, e come questa verrà raccontata a rappresentare il vero punto di interesse del gioco, quel collante che vi spingerà a portarlo a termine. Questa è davvero ben raccontata, in una fusione tra giornale di guerra e anime giapponese, in una sequela di filmati (numerosissimi) e schermate di dialogo che ricordano molto gli scambi testuali tipici delle visual novelSe dal punto di vista della trama troveremo tante novità che ci sorprenderanno e spiazzeranno in più di un’occasione, anche dal punto di vista del gameplay Valkyria Chronicles ci offre qualcosa di nuovo nel panorama dei giochi di guerra tattici.
Il gioco offre infatti un sistema del tutto inedito e fino ad ora unico nel suo genere denominato BliTZ (Battle of live Tactical Zones), in cui si fonde alla perfezione la pianificazione tipica di un classico gioco tattico da tavolo e una parte action in cui il giocatore potrà muoversi liberamente nell’area di gioco e compiere un determinato tipo di azione nei limiti dettati del suo turno.

Valkyria Chronicles Remastered IMG009
Ogni battaglia offre un massimo di venti turni per ognuna delle due fazioni, in ognuno dei quali esse avranno a disposizione un certo numero di Punti di Comando da poter investire per muovere i personaggi all’interno dell’area di gioco. Una volta preso il controllo dell’eroe direttamente sul campo di battaglia ci si può muovere fino all’esaurimento della barra di movimento, per poi scegliere se eseguire un’azione, che sia offensiva o curativa. Due punti invece verranno investiti per prendere il controllo di un carro armato, o per conferire degli stati bonus ai soldati sul campo. Tra un turno e l’altro potremo osservare la posizione di alleati e nemici sulla mappa della zona.
Sebbene letta così possa sembrare un meccanismo ostico diverrà tutto molto naturale dopo la prima ora-tutorial, tant’è che è proprio l’immediatezza a rappresentare uno dei maggiori pregi della parte ludica di Valkyria Chronicles, a dispetto della sua difficoltà sempre crescente ma mai snervante.

 

 

 

 

Contenuti

Dove posso acquistarlo?

PS Store

Compralo su Amazon!


Valkyria Chronicles Remastered - PlayStation 4 (Videogioco)


List Price: EUR 24,99
New From: EUR 20,98 In Stock
Used from: Out of Stock

La seconda opinione

La pigrizia degli sviluppatori ha fatto sì che su PlayStation 4 arrivasse un porting della già celebrata edizione PC, pubblicata ormai diversi mesi fa e il cui successo raccolto è l’unico motivo per cui oggi stiamo ancora parlando di improbabili valchirie e guerriglie su sfondi agresti. Nulla di più, nemmeno una demo del nuovo episodio: davvero un peccato. Il consiglio di chi scrive è quindi quello di rivolgersi, se possibile, alla più economica edizione Steam, rintracciabile facilmente anche a poche manciate di euro, poiché rimane in ogni caso identica a quella console se si tralasciano il supporto a risoluzioni 4K e la possibilità di downsampling.

The Games machine (7 su 10)
Majkol “Zaru” Robuschi

GUERRA A 60 FPS

Al termine di ogni conflitto il giocatore viene ricompensato con un certo numero di punti esperienza, che potranno essere investiti per potenziare le classi in cui si dividono i protagonisti. Questo processo avviene nella base gallica che rappresenta un vero e proprio hub di gioco in cui fare esperienza, riorganizzare le truppe, approfondire i risvolti della storia tramite un approfondito glossario e usare la valuta di gioco per potenziare armi, equipaggiamenti e la potenza bellica del carro armato.

La natura ibrida tra action e tattico offerta dal gioco farà avvicinare al genere anche il giocatore che non ne è particolarmente avvezzo. In Valkyria Chronicles è inoltre enorme l’importanza hanno le diverse specialità di ciascun soldato della Squadra 7. Essi si divideranno in cinque classi: scout, fucilieri, lancieri, ingegneri, cecchini, tutti con le loro caratteristiche, punti deboli e specializzazioni. Imparare a comprenderne pregi e difetti farà la differenza tra vittoria e sconfitta.

Il progresso delle missioni offrirà grande varietà all’interno delle stesse: nelle prime battute esse saranno abbastanza semplici, ma andando avanti saremo chiamati a proteggere carovane, ad avere a che fare con mappe intricate e così via, in un crescendo di situazioni che aumenteranno di complessità, innazlando via via il livello di sfida e facendoci avvertire la tensione di un conflitto davvero tangibile.

In maniera non dissimile da quella del port per PC, questa remastered offre al giocatore la possibilità di vivere (o rivivere) il conflitto a 60 fps al secondo, il che dona al particolare Canvas Engine un discreto appeal, anche a fronte di asset non proprio eclatanti. Il gioco infatti è piacevole alla vista soprattutto grazie al suo stile in bilico tra anime e illustrazioni ad acquerello che paiono uscite da un libro colorato a mano. Il lavoro di remastering però si limita a questo e non aggiunge null’altro all’esperienza di gioco. Sono comunque presenti tutti i DLC pubblicati nel corso del tempo su PS3, ma oltre la possibilità di ripercorrere l’epopea della Squadra 7 non ci saranno poi altri motivi per acquistare questa riedizione. Si segnala un ottimo audio, impreziosito dalla possibilità di scegliere tra l’altalenante doppiaggio inglese e il perfetto voice over nipponico.

Al netto di un’esperienza di gioco unica nel suo genere, che offre momenti memorabili e una narrazione davvero atipica e ben dosata foriera di momenti davvero emozionanti, mi sento di consigliare l’acquisto a tutti coloro che non hanno giocato Valkyrie Chronicles ai tempi, e a tutti i giocatori che l’hanno amato così tanto da volerlo rigiocare a una fluidità maggiore. Il prezzo budget rappresenta un invito ulteriore a non lasciarsi scappare questa piccola perla videoludica, anche in vista dell’uscita del promettente sequel next-gen programmata per la fine dell’anno nel solo Giappone (per ora…).

verde

Good

  • Trama interessante, atipica e ben raccontata.
  • Sistema ibrido tra tattico e action shooter unico nel suo genere.
  • Stile grafico piacevole in bilico tra illustrazioni colorate a mano e anime.
  • Longevo e impegnativo, ma mai frustrante.

Bad

  • È praticamente il port per PC.
  • Oltre i DLC non offre nulla di nuovo.
  • Non è stato localizzato in italiano.
  • Narrazione un po' troppo verbosa.
8

Francesco
Nato pigiando tasti a caso sul Commodore 64, cresciuto tra una partita a The Legend of Zelda e Super Mario Bros, Francesco è stato fulminato sulla via di Damasco da titoli come Xenogears, I Final Fantasy vecchia scuola, Metal Gear Solid, le avventure grafiche e i survival horror dell'era PSX. Fino a quando il medium videoludico racconterà una storia, XenoLink sarà lì pronto a viverle tutte!