Spiegazione della pie-chart contenutistica di GeekGamer

checosequesto

La pie chart “distribuisce” ogni singola caratteristica del gameplay su una scala da 1 a 5. Noi di GeekGamer.it siamo convinti, infatti, che non esista gioco senza esperienza di gioco – il gameplay, appunto – e che, di conseguenza, debba essere analizzata e vLinearitàalutata l’esperienza in sé prodotta dall’interazione giocatore/gioco.

Linearità

Gli eventi di gioco non variano o variano in modo irrilevante da partita a partita. La meccanica consiste, in questo caso, nel seguire o nel produrre la sequenza di eventi prestabilita dal game designer, in modo da progredire. La linearità rende un gioco, una volta concluso, prevedibile e ripetitivo, incidendo così negativamente sulla sua rigiocabilità.

ESEMPIO POSITIVO: THE DAY OF THE TENTACLE

Esempio negativo: CIVILIZATION IV

Interazione

L’interazione viene consolidata e rinforzata da vari fattori: i gradi di libertà data dalle meccaniche, le opportunità di azione presenti nell’ambiente di gioco, la fruibilità dei comandi. Solitamente, l’interazione favorisce il coinvolgimento del giocatore, in particolare quando il game design fornisce “tante cose da fare”, nonché un ventaglio di azioni e di opportunità ambientali per realizzarle.

ESEMPIO POSITIVO: qualche RPG open-world (The Witcher 3, Skyrim, Gta)

Esempio negativo: Call of Duty o qualsiasi FPS pilotato

Coinvolgimento

Il coinvolgimento ha luogo quando il gameplay produce emozioni nel giocatore. La gamma delle emozioni può davvero essere ampia e riguardare vari elementi del gameplay (storia, personaggi, ambienti, risultati, grafica, sonoro). Di quali emozioni stiamo parlando? Per esempio, frustrazione o gratificazione verso i risultati, piacere estetico (disinterassato), ansia, paura, empatia.

ESEMPIO: si potrebbe inserire un survival horror (SILENT HILL II)

Esempio negativo: un gioco come Watch_Dogs,  o comunque giochi pieni di fillers che li rendono noiosi

Condivisione

Parliamo di condivisione quando ci muoviamo in un ambiente condiviso e  ha la possibilità di interagire/comunicare con gli altri giocatori. Essa è favorita quando si può collaborare con altri giocatori per ottenere obiettivi comuni e quando le proprie azioni influenzano in modo determinante le azioni dell’altro. Ne consegue che un mondo condiviso dove i giocatori si ignorano bellamente e possono giocare benissimo senza alcuna interazione è un gioco che non favorisce il coinvolgimento condiviso.

ESEMPIO positivo: qualche sparatutto tattico, oppure il multiplayer di The Last of us, o ancora qualche MMORPG.

Esempio negativo: un qualsiasi gioco con modalità solo single, come Wolfenstein o Bioshock

Narrazione

Con questo termine non intendiamo solamente la qualità della storia raccontata dal gioco, ma anche il coinvolgimento che essa produce, vale a dire quanto attrae il nostro interesse. Tale interesse va valutato in base alla capacità della storia di indurre nel giocatore dei quesiti (“Che cosa accadrà?”, “In che mondo mi trovo?”) le cui risposte possono essere trovate solo progredendo nel gioco. Un game design che vuole narrare una storia deve bilanciare la parte ludica (le sfide da superare per andare avanti la storia) con quella narrativa (disporre elementi, di solito ottenibili dopo il superamento della sfida, che possano sia rispondere ad alcune domande che sollecitarne delle altre, in modo da tenere vivo l’interesse del giocatore). Per avvertire coinvolgimento narrativo non è necessario che il gioco abbia una narrativa progettata, ma il giocatore può essere interessato anche ad una narrativa emergente, ovvero la storia che il giocatore crea da sé pensando o ripensando agli eventi di gioco.

ESEMPIO positivo: Half-life 2

Esempio negativo: per esempio giochi privi di narrazione come SimCity o Minecraft

Annunciato Gungrave VR Complete Edition per PlayStation VR

L’ultimo numero del settimanale Famitsu ha rivelato che Gungrave VR Complete Edition arriverà su PlayStation VR. Verrà rilasciato in edizione fisica questa estate in Giappone. Questa nuova edizione si basa sul titolo uscito originariamente nel dicembre dello scorso anno, ma presenterà alcuni bilanciamenti e il nuovo “Episode 2” (titolo provvisorio) con nuovi stage inediti.

Trovata una falla di sicurezza di Nintendo Switch che dà il via libera alla pirateria

È stata scoperta una “catena di exploit” per sistemi basati sull’infrastruttura Nvidia Tegra X1 che apparentemente può essere applicata anche su Switch. Questo significa che la console di Nintendo potrò essere sfruttata per la pirateria. La falla sembra essere molto grave e non può essere sistemata da un semplice aggiornamento, questo significa che tutte le console di Nintendo, i...[Read More]

Dark Souls Remastered – Sconti per l’utenza PC, nuovo trailer e diciamo addio all’edizione Prepare to Die

Bandai Namco ha da poco reso disponibile il preorder di Dark Souls Remastered sugli store digitali di PlayStation e Xbox.  È stato inoltre ufficializzato che chi acquistò la “Prepare do Die Edition” su PC avrà la possibilità di far propria questa riedizione beneficiando di uno sconto del 50% sul prezzo di lancio. Dark Souls Remastered inoltre prenderà il posto di Dark Souls: Prepare to...[Read More]

New Little King’s Story e i suoi DLC scompaiono dal PS Store

Konami ha annunciato di aver rimosso dal PS Store la versione digitale di New Little King’s Story, remake per PS Vita del ben più noto Little King’s Story per Wii e PC (qui la nostra recensione). Lo scorso 16 aprile il titolo è stato rimosso assieme a tutti i suoi DLC e, a quanto pare, a partire dal prossimo 20 maggio saranno interrotte tutte le funzionalità online esclusive dell’edizione PS...[Read More]

In Zanki Zero c’è un po’ di Danganronpa…

Nell’ultimo numero della rivista giapponese Dengeki PlayStation è stato confermato che nel nuovo titolo Spike Chunsoft, il dungeon crawler Zanki Zero, farà la sua apparizione Monokuma, la nemesi del celebratissimo franchise Danganronpa. Ciò non deve stupire: Zanki Zero è infatti il nuovo prodotto dello staff che lavorò proprio all’apprezzatissima serie di visual novel, e in precedenza ...[Read More]

Dissidia Final Fantasy NT – In arrivo Vayne come prossimo personaggio DLC

Square Enix ha annunciato un nuovo personaggio DLC per Dissidia Final Fantasy NT. Si tratta di Vayne Carudas Solidor, antagonista del dodicesimo capitolo, in arrivo il prossimo 26 aprile. Acquistando Vayne si potranno ottenere anche due variazione del costume e due armi addizionali. Di seguito il trailer di presentazione del nuovo personaggio.

Platinum Games vorrebbe portare su Nintendo Switch The Wonderful 101

Atsushi Inaba e Hideki Kamiya di Platinum Games sono stati recentemente al Reboot Develop 2018 in Croazia, e hanno chiesto al pubblico il loro parere su un eventuale port di The Wonderful 101 su Nintendo Switch. Durante la conferenza, Kamiya ha detto: “Chiederemo al pubblico di partecipare un po’. Stiamo parlando con Nintendo di un eventuale port su Switch di The Wonderful 101.  Chi fo...[Read More]

Brave Neptunia è un’esclusiva (temporale?) PS4

Il nuovo spin-off della serie Neptunia di Compile Heart, Brave Neptune arriverà su PlayStation 4. La conferma arriva dopo che il mese scorso era stato annunciato che questo sarebbe stato il primo capitolo della serie ad essere sviluppato da uno studio occidentale, per la precisione i canadesi Artisan Studio. Come per i titoli passati, è quasi scontato anche questa iterazione del franchise arriverà...[Read More]

Another Eden rinasce su Nintendo Switch: il nuovo RPG dello sceneggiatore di Chrono Trigger e Xenogears arriverà anche in Europa

Lo studio giapponese Wright Flyer Studios ha annunciato che presto porterà in Occidente Another Eden: The Cat That Travels Through Space and Time, l’ultimo titolo firmato Masato Kato (Chrono Trigger, Xenogears, Radical Dreamers, Final Fantasy XI) e Yasunori Mitsuda, già compositore di Xenogears, Xenoblade Chronicles 2 e Chrono Trigger. Il videogioco, già esistente in Giappone nella forma di ...[Read More]

La critica anti-capitalista nei videogiochi – Il caso di Bioshock

Il prossimo oggetto della mia analisi anti-capitalista nei videogiochi (qui la precedente puntata) sarà incentrata su Bioshock, celebre sparatutto in prima persona pubblicato nel 2007 e punta di diamante di Irrational Games. Come dichiarato da Ken Levine, director e scrittore del gioco, Bioshock attinge a piene mani dalla letteratura ucronica dello scorso secolo, ispirandosi ad autori come Ayn Ran...[Read More]

Da che pulpito viene la predica…? Josh Sawyer, Obsidian e il tradizionalismo RPG

Confesso la mia colpa: quando ho scorso distrattamente i titoli degli articoli che riportavano l’intervento di Josh Sawyer di Obsidian in occasione del Reboot Develop – lo stesso evento, per intenderci, durante il quale Daniel Vavra di Warhorse si è lamentato del fatto che la gente lo considera come quello che è sempre voluto sembrare – ho faticato a trattenere un sorriso di deri...[Read More]

Kingdom Come: Deliverance – Il creatore Dan Vavra lamenta aggressioni personali

Avevo promesso di non discuterne ancora, ma vabbè… A quanto pare, il direttore creativo e co-fondatore di Warhorse, Dan Vavra si è recentemente espresso alla conferenza di Reboot Develop per rispondere alle accuse di chi lo ha personalmente attaccato in occasione dello sviluppo e della pubblicazione di Kingdom: Come Deliverance (qui il nostro speciale dedicato al gioco – che, per dirla...[Read More]