Ritagliarsi un posto nel (nuovo) mondo di Nintendo Switch

Majkol

Snipperclips

Sviluppatore: SFB Games
Publisher: Nintendo
Genere: Puzzle Platform
Disponibile: Digital+retail (solo bundle)
PEGI: 3+
Lingua: Italiano

Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Insistendo su quel caro concetto di multiplayer locale promosso anche da 1-2-Switch, in un’era in cui tutto è connesso dall’invisibile filo rosso di internet, Nintendo prova ad affiancare ai suoi due titoli di richiamo popolare un’ulteriore esperimento distribuito nel solo formato digitale, ovvero questo Snipperclips nato dalla mente creativa di Adam e Tom Vian durante una game jam diretta a sviluppatori indipendenti. Il concept alla base di FriendShapes – così veniva chiamato dai due fratelli – è molto semplice, ed è rimasto immutato dalla sua genesi di “giochino in flash“: due eroi poligonali fatti di carta, la capacità di “ritagliarsi” a vicenda per affrontare varie sfide e una buona dose di enigmi ambientali a suon di fisica. Che altro bisogna aggiungere?

Chiaramente dai tempi in cui il prototipo venne presentato ne è passata d’acqua sotto i ponti, e benché i due – o quattro – personaggi che popolavano gli schemi di Friendshapes fossero poco più di anonimi pezzi di carta, il passaggio sotto l’etichetta Nintendo ha sicuramente giovato alla direzione artistica di questo progetto, donando al tutto una personalità scoppiettante e irriverente, a partire dalla mimica facciale dei nuovi protagonisti. Ci si lancia così in una sequela di schemi in cui la coordinazione occhio-mano, le capacità di puzzle solving e la creatività devono essere ben dosate per arrivare a concludere con esito positivo le oltre 45 sfide proposte; abilità che vanno invece coordinate con quelle di un secondo giocatore nel caso ci si sbizzarrisse nella modalità cooperativa a due giocatori, che sembra praticamente fatta apposta per accompagnare efficacemente il lancio di questa console ibrida.

“TAGLIAMI QUA, NO, ASPETTA..!”

Un concept tanto basilare per una realizzazione che tiene conto di diverse tipologie di sfida, a volte ripetute nel corso della modalità principale, ma tutte sorrette da una presentazione scoppiettante e rese digeribili da una curva della difficoltà ben calibrata, al punto di risultare appetibili sia a giocatori navigati che a “casual gamers”, la fetta di pubblico tanto rincorsa da Nintendo dopo l’era post-Wii. In Snipperclips non vi è mai una soluzione definitiva ad ogni puzzle. Basta infatti ingegnarsi e pensare “out of the box” per trovare risoluzioni differenti, tante quante sono le forme che possono assumere i due eroi durante l’avventura. Si passa dal doversi modellare e combinare i corpi seguendo il tratteggio di una silhouette, passando per il bucare palloncini che volteggiano in aria, pescare, trasportare palle da gioco in altissimi canestri e via di seguito, in un susseguirsi di situazioni che prevedono una buona dose di inventiva e, a volta, anche un pizzico di fortuna. Forse l’unica nota stonata in questa che altrimenti sarebbe una critica entusiasta dell’ultima IP Nintendo è la mancanza di un motivo per tornare ad affrontare gli schemi passati, magari alla ricerca di nuovi modi per affrontare le leggi della fisica o per la raccolta di collezionabili, che in questo caso sono del tutto assenti. Fortunatamente, come già menzionato in precedenza, non si è mai soli (per quanto Snipperclips permetta ad un giocatore di affrontare gli schemi, nella sola modalità portatile, alternando i due protagonisti alla pressione di un tasto) ed è proprio all’insegna del multiplayer cooperativo che il gioco assume le caratteristiche di uno dei più divertenti puzzle game in circolazione, proponibile sia in casa che all’aperto, magari affrontabile su un mezzo come il treno, accompagnati dalla persona seduta al proprio fianco.

Come già chiarito in occasione della recensione di 1-2-Switch, la volontà di Nintendo di riproporre “il calore” di un multiplayer dai connotati umani, promuovendo la comunicazione e l’interazione fra chi gioca “al di qua” dello schermo è ormai cosa nota, e anche in questo Snipperclips è richiesto che i due giocatori comunichino in continuazione per proporre soluzioni, idee o magari ridere e scherzare di fronte alla frizzante personalità vantata dai due protagonisti. Il bello, però, è che il tutto non finisce con la sola modalità avventura: completato il gioco è possibile affrontare nuovi schemi, sfidarsi o collaborare fino ad un massimo di quattro giocatori e moltiplicare per due la genuina attrattiva multiplayer di questo piccolo gioiellino only digital. Lo scotto da pagare, tuttavia, è la necessità di possedere due copie di joycon (non a caso è disponibile un bundle fisico che unisce due joycon a Snipperclips al poco invitante prezzo di 90€ ca.) per un totale di quattro pad. Una soluzione non propriamente alla portata di tutti e che cozza un po’ con lo spirito con cui è proposto il gioco, alla modica cifra di 20€ ca. sul Nintendo eShop, di fatto l’unico titolo Nintendo Switch a presentare un rapporto quantità/prezzo – oltre all’ovvio The Legend of Zelda Breath of the Wild – convincente, soprattutto in virtù della sua originalità rispetto alla coltre di porting potenziati e non che interessa e interesserà questa prima fase della vita della console Nintendo. Eppure c’è chi ci prova, e il prodotto di SFB Games ce la fa benissimo.

 

 

 

 

Contenuti

Dove posso acquistarlo?

Compralo su Amazon!


Nintendo Switch: Set da Due Joy-Con + Snipperclips Download Card, Blu/Rosso Neon [Bundle] (Accessorio)


List Price: EUR 89,99
New From: EUR 79,99 In Stock
Used from: Out of Stock
Release date March 3, 2017.

La seconda opinione

All’ombra dell’imponente Breath of the Wild, il piccolo Snipperclips si ritaglia (pun intended) senza dubbio un posto tra le esperienze da ricordare in questo lancio di Nintendo Switch, grazie all’enorme carica di simpatia e alla creatività riposta in ogni livello. Sfruttando soluzioni e meccaniche destinate a brillare in maniera direttamente proporzionale alla fantasia di chi abbia in mano il joy-con, il titolo trova il suo unico limite nel numero esiguo di livelli e nell’assenza di qualsivoglia classifica di tempi che spinga a costantemente a migliorarsi. Fantastico con gli amici (sopratutto in quattro) ma sconsigliabile in singolo, Snipperclips è tanto folle come concept quanto divertente nella sua realizzazione.

7.9 – Pietro “Pittanza” Spina

C’è poco da dire se non che Snipperclips rappresenta l’unica vera esperienza che valga davvero la pena affiancare al nuovo episodio di Zelda sui lidi di Nintendo Switch. Non stravolgerà il genere dei puzzle game, ma al prezzo a cui è offerto e con la mole di divertimento multiplayer che offre, non può che essere considerato un must buy.

verde

Good

  • Direzione artistica accattivante.
  • Gameplay cooperativo appassionante e divertente.
  • Ottimo rapporto quantità/prezzo.

Bad

  • Scarsamente rigiocabile.
  • In single player perde molto spessore.
  • Multiplayer 4 giocatori dal costo proibitivo.
7.8

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.