Boing boing!

Hyper Bounce Blast

Sviluppatore: Flump Studios
Publisher: Kiss LTD
Genere: Shoot em Up/Bullet Hell
Disponibile: Digital
Lingua: Inglese
Versione Testata: PC
Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Negli anni 90, gli unici Shoot em Up esistenti da noi poveri italiani, erano quei giochi da cabinato arcade con i quali si passavano le ore, magari anche in compagnia, muovendo il proprio jet/aereo/navicella spaziale su una traiettoria predefinita, evitando gli sporadici e ultraluminescenti proiettili nemici, fino ad arrivare al boss di fine livello, solitamente un carro armato/fortezza/astronave aliena, dove le lucette da evitare aumentavano, ma non più di tanto. Questa era l’epoca di Aero Fighters/Sonic Wings e simili.

Superata quella fase innocente, negli anni a seguire, il genere si è letteralmente digievoluto in una nuova sub-categoria, denominata “Bullet Hell“, letteralmente “inferno di proiettili”; una variante partorita da una mente estremamente sadica, con centinaia, se non migliaia di proiettili fosforescenti da evitare. Uno sbalzo di difficoltà che ha comunque trovato i suoi appassionati, sia nelle natie terre orientali, che in quelle occidentali, trasformando quella che era una semplice variante al genere di base, in un filone a se stante, che attualmente conta moltissimi esponenti illustri (uno fra i tanti, Touhou Project, dove i banalissimi aerei sono stati sostituiti da donnine anime con poteri magici, ma questo è un discorso a parte).

In un mondo dove il leitmotiv dei Bullet Hell può essere semplicemente riassunto in “più lucette, sempre di più”, Hyper Bounce Blast cerca di emergere dalla massa, presentando sempre la classica valanga di proiettili da evitare, ma modificando leggermente il gameplay di base con l’aggiunta di una gimmick tanto semplice quanto interessante.

BOING BOING

hyperbounceblast1

Per avere anche solo una possibilità di sopravvivere a questo inferno di proiettili, l’unica opzione è…rimbalzare

Hyper Bounce Blast non ha modalità storia, non ha trama, non ha personaggi principali, secondari, cattivi o mascotte, solo un semplice puntino giallo ancorato al terreno, contro sagome rosse di varie forme e dimensioni a rappresentare i nostri nemici. Il titolo presenta, infatti, una grafica spartana e minimalista, ma comunque molto colorata e luminosa, in stile Neon anni 90. D’altraparte in un gioco del genere è sempre utile riuscire a individuare i colpi nemici e degli sfondi elaborati possono solo distrarre l’incauto giocatore. Perfino le musiche sono relativamente semplici, consistenti in motivetti dal ritmo sempre più incalzante, man mano che si procede con i livelli, con l’obiettivo di mettere il giocatore nel mood necessario per la partita.

Essendo il titolo di Flump Studios uno Shoot em Up di categoria Bullet Hell, lo scopo del gioco sarà evitare gli innumerevoli proiettili nemici, cercando di sopravvivere per un determinato periodo di tempo, terminato il quale si potrà procedere al livello successivo. Per distinguersi dagli altri Shoot Em Up presenti sul mercato, come già accennato, Hyper Bounce Blast ha scelto di introdurre un’interessante gimmick platform, facilmente intuibile dal suo stesso nome.

All’interno di un livello, ci potremo muovere solamente a destra e sinistra lungo il terreno, ma avremo anche la possibilità di saltare o compiere un doppio salto sui muri a confine, aumentando le nostre possibilità di schivata. Durante la partita, inoltre, faranno la loro comparsa degli speciali nemici blu: essi non ci attaccheranno e non possono essere colpiti dai nostri attacchi, tuttavia, saltandoci sopra, rimbalzeremo come nel più classico dei Super Mario e, con questa manovra, acquisiremo uno scudo che ci consentirà di assorbire qualsiasi proiettile avversario, rendendoci effettivamente invincibili. Questa invincibilità resterà attiva finchè continueremo a rimbalzare sui nemici blu e sparirà non appena torneremo a terra.

Questa interessante variabile rende ogni livello particolarmente attivo e dinamico, oltre a diventare leggermente più difficile, dovendo stare attenti a muoverci concatenando i rimbalzi, mentre si spara ai nemici con l’ausilio del mouse. La coordinazione occhi/mani ricopre un ruolo essenziale, non solo per ottenere un buon punteggio, ma anche solo per battere il livello. Fortunatamente il livello di sfida, pur restando elevato, non presenta picchi imperdonabili e consente anche al giocatore più casual di portare a termine l’esperienza, armato di un pò di sana volontà.

 

 

 

 

Contenuti

Dove posso acquistarlo?

Steam

LUCETTE PER TUTTI I GUSTI

hyperbounceblast6

I boss del gioco richiederanno molta abilità per essere battuti, ma generalmente risultano sempre più facili dei livelli normali

La modalità base del gioco (Arcade Classic) è composta da 30 livelli, nei quali trovano spazio 5 battaglie boss. Si avranno a disposizione solo due vite ad ogni partita, ma, fortunatamente, sia prima che dopo un livello boss, un checkpoint salverà i nostri progressi e potremo ricominciare da quel punto in caso di sconfitta. Una volta completata questa modalità, ne sbloccheremo di altre, come ad esempio la Boss Rush mode, per cimentarci in altre sfide e vedere incrementare la longevità complessiva del gioco. Naturalmente, come ogni titolo del genere, i nostri punteggi potranno essere salvati e condivisi online nelle leaderboard, cosa che può spingere i più accaniti a rigiocare le varie modalità per aumentare la propria posizione. Il punteggio salirà collezionando piccole gemme rilasciate dagli avversari abbattuti o rimbalzando ripetutamente sui nemici blu: più in alto saremo, maggiori saranno i punti ottenuti e, se riusciremo a toccare il soffitto, guadagneremo un considerevole bonus come premio della nostra, non certo semplice, impresa.

Le uniche vere critiche si possono forse muovere contro l’estrema brevità dei singoli stage, i quali non durano più di un paio di minuti e l’eccessiva linearità nel completamento di alcuni stage, ove la posizione di certi nemici e ostacoli, costringe il giocatore a seguire un percorso arbitrario e predefinito, onde evitare una morte certa. Una maggior flessibilità nella disposizione di questi elementi, avrebbe contribuito a non trasformare certi livelli in fastidiosi “trial and error”, seppur tutto ciò non rappresenti una lesione grave nell’esperienza globale di gioco.

Hyper Bounce Blast non ridefinisce il genere Bullet Hell, ma si limita a prenderne il concetto base già ben affermato e ad aggiungere una piccola, ma interessante gimmick per regalare un’esperienza fresca, ma tutto sommato familiare. Gli appassionati giocatori hardcore troveranno una nuova aggiunta alla loro collezione, capace di regalare alcune ore di spassionato intrattenimento, mentre i neofiti potranno sfruttarlo come introduzione al sadico e spietato mondo delle “lucette”.

verde

Good

  • Le svariate modalità garantiscono un'ottima rigiocabilità
  • Graficamente semplice, ma efficace

Bad

  • Alcuni stage sono troppo brevi...
  • ...e alcuni sono eccessivamente guidati
7

Tutto ebbe inizio con un Gameboy e Pokémon Blu...Da quel momento, gli RPG sarebbero stati la sua principale fonte di nutrimento. Non disdegna una partitella con esponenti di altri generi videoludici, ma se costretto a scegliere tra fare il soldato nella Seconda Guerra Mondiale, tirare calci di rigore o esplorare dungeons con una spada e una capigliatura improponibile, lui risponderà sempre: "Le ho già comprate le Megapozioni?"