Un carnevale di morte e risate

Majkol

Danganronpa 1-2-Reload

Sviluppatore: Spike Chunsoft
Publisher: NIS America
Genere: Visual Novel
Disponibile: Digital+retail
PEGI: 16+
Lingua: Inglese
Versione Testata: PS4
Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Il caso di Danganronpa è un po’ bizzarro, tanto che vale la pena perdere qualche riga per fare un po’ il punto della situazione. Inizialmente pubblicato in esclusiva giapponese per Sony PSP, la serie Spike Chunsoft arriva solamente dopo svariati anni in Occidente in una riedizione destinata a PS Vita, seguendo la scia dell’adattamento animato lanciato proprio in quel periodo. Stati Uniti ed Europa fanno così la conoscenza di Monokuma, Makoto Naegi, del “survival game” di chiara ispirazione Battle Royal-iana (ovviamente mi riferisco al film, non il manga), decretandone in poco tempo il successo in Occidente. Solamente qualche mese dopo gli appassionati fanno il bis con il diretto sequel, Danganronpa 2: Goodbye Despair, dove ad un intreccio ancora più fitto di misteri e ad un cast altrettanto scoppiettante sono affiancate meccaniche ludiche affinate e un epilogo aperto che sembrerebbe far presagire chissà quale gran finale corale.

Se volete farvi un favore, evitate di prendere troppo sul serio la serie animata che conclude l’arco narrativo aperto dai due videogiochi.

Il tempo ci ha poi fatto conoscere, negli anni successivi, Danganronpa 3, una serie animata che conclude gli eventi in due archi differenti: uno ambientato a cavallo fra i due titoli e l’altro nel futuro, seguendo le gesta dei sopravvissuti della prima “mattanza tra studenti”. Si annovera, infine, un mediocre spin-off appartenente al genere puzzle adventure per PS Vita (e a breve in arrivo su PS4 e PC) intitolato Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls, ma in sostanza quel che questo universo doveva dire… beh, l’ha fatto. Danganronpa 1-2-Reload è in sintesi una collection che unisce in un solo disco i primi due episodi della serie principale – ovvero le iterazioni del franchise più meritevoli -, in un tripudio di avventura testuale in formato visual novel, mini-giochi folli e qualche amara considerazione finale.

UN COMPENDIO DI DISPERAZIONE!

Tutto questo per chiarire le idee a chi sta seguendo con interesse la localizzazione europea di Danganronpa V3: Killing Harmony, videogioco nativo per PS4 e PS Vita che approderà sul mercato nostrano solamente a settembre: secondo gli sviluppatori si tratterà “di un nuovo universo di Danganronpa”, con “nuove regole e nuovi eroi”. Se vogliamo prendere per vero ciò che gli autori ci dicono, non è quindi necessario conoscere gli eventi di Danganronpa 1-2-Reload per potersi godere il futuro “punto e a capo” deciso da Spike Chunsoft. Evviva evviva!

Trattandosi, come sempre più spesso accade, di una manovra per rivendere due porting diretti basati sulle versioni PC dei rispettivi capitoli, senza oltretutto apportare alcun extra all’offerta ludica, non posso che rimandare alle recensioni del primo episodio (Trigger Happy Havoc: Danganronpa) e a quella del secondo (Danganronpa 2: Goodbye Despair), limitandomi a fare un considerazione generale su come il pacchetto viene oggi presentato ai giocatori PlayStation 4.

Si tratta ancora una volta di una visual novel, ma a differenza di Steins;Gate 0 o di altri esponenti prettamente testuali, la saga di Danganronpa mischia fasi dialogiche a contenuti più “propriamente videogiocosi”, come sessioni punta e clicca investigative, mini-giochi sparsi per pepare le situazioni ed extra dating-sim per il palato degli appassionati che proprio non riescono ad abbandonare l’intrigante cast di personaggi che abita le due produzioni. La qualità intrinseca è rimasta la medesima e chiunque volesse far la conoscenza di questo franchise – e non fosse munito di una PS Vita – può benissimo fare riferimento a questa collection che, in un colpo solo, regala due delle migliori esperienze visual novel concepite dal contesto nipponico contemporaneo. Detto questo, l’edizione PlayStation 4 si presenta esattamente come quella PC, con sezioni tridimensionali ovviamente ripulite e portate a 1080p, e al contempo sfoggiando senza ritegno una buona dose di asset bidimensionali sacrificati sull’altare dall’altra risoluzione. È facile incappare in elementi dalla qualità grafica dissonante, fra illustrazioni 2D chiaramente figlie delle possibilità tecnologiche di PSP e PS Vita e una pulizia praticamente cristallina assicurata dal ben più performante hardware di PS4 nel campo del rendering 3D.

Fortunatamente l’effetto di generale “sgranatura” non è mai eccessivo, e non riguarda nemmeno TUTTI gli elementi bidimensionali, ma certamente – visto anche il precedente passaggio su Steam -, un trattamento di favore per questo trampolino di lancio ufficiale nel mondo delle console ad alta risoluzione avrebbe giovato se non altro alla fama di quella che, invece, si conferma come una pigra riproposizione. Perlomeno la direzione artistica è ancora quanto di migliore Spike Chunsoft abbia tirato fuori dal cappello negli ultimi 20 anni, ed è proprio grazie all’alta qualità trasudata da character design e dalle illustrazioni che adornano le fasi più critiche della vicenda che l’occhio di chi gioca non si soffermerà troppo sulle – a volte davvero eccessive – sfocature che qua e là fanno capolino, quasi a ricordarci che, forse, i primi due episodi in saldo sul PS Store non erano poi un’offerta così malvagia. In fase di testing mi è anche capitato incredibilmente di trovare qualche linea testuale non tradotta, ma nulla che una patch al lancio non possa sistemare. Anche se, a dirla tutta, dal porting di un porting non ci si aspetterebbero certi scivoloni.

 

 

 

 

Contenuti

Dove posso acquistarlo?

PS Store


Danganronpa 1-2 Reload - PlayStation 4 (Videogioco)


List Price: EUR 39,99
New From: EUR 31,80 In Stock
Used from: Out of Stock

DanganRonpa 1-2 Reload (Videogioco)


List Price: EUR 55,24
New From: EUR 47,35 In Stock
Used from: EUR 30,94 In Stock

Danganronpa 1-2-Reload è l’occasione perfetta per far la conoscenza di una delle storie più controverse e spietatamente divertenti che il genere visual novel abbia mai visto apparire sui propri schermi. Che sia su PSP, PS Vita, PC o PS4, chi scrive non può che consigliare l’acquisto degli esponenti di questo divertentissimo franchise. Considerando anche l’imminente arrivo di sequel e spin-off, l’ammiraglia Sony – al netto di qualche scelta di produzione poco sensata -, potrebbe essere considerata la nuova dimora di Monokuma e soci. Anche se su Steam…

verde

Good

  • Eroi eccentrici e ricchi di personalità.
  • Narrativa spietata che lascia spazio ad amare rivelazioni.
  • Direzione artistica al top.
  • Performance degli attori nipponici a tratti emozionante.

Bad

  • Porting un po' troppo pigro.
  • Alcuni mini-giochi sono meno riusciti di altri.
8.9

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.