GeekEsclusiva

Gen Urobuchi – Tra maghette e tentacoli Lovecraftiani…

Chiunque bazzichi nel fandom dell’animazione giapponese probabilmente conoscerà Gen Urobuchi, sceneggiatore di videogiochi, live-action e anime acclamati dalla critica come Fate/Zero, Puella Magi Madoka Magica e il più recente Psycho-Pass (questi ultimi sono stati licenziati in Italia da Dynit e disponibili in streaming gratuito su VVVID.it). Il suo ingresso nell’industria dell’a...[Read More]

Top 3 2016 – I titoli preferiti dai membri della redazione di GeekGamer.it

In questo breve speciale realizzato per allietare le vostre feste e fornire spunti itineranti, i componenti della redazione di GeekGamer.it svelano i loro titoli preferiti pubblicati nel corso del 2016: un’occasione come un’altra per scoprirne i gusti e magari fare la conoscenza di qualche gemma nascosta passata inosservata. D’altronde, come ben sappiamo, l’anno passato è s...[Read More]

AM2R – La recensione del gioco che “non esiste”

AM2R è il nome con cui per mesi è circolato in rete un progetto indipendente che aveva l’obiettivo di ricreare le atmosfere di Metroid 2, classico per Game Boy, aggiornandone il gameplay e avvicinandolo il più possibile a quello delle iterazioni bidimensionali successive del franchise. Per svariate – e ovvie – ragioni, il progetto, inizialmente scaricabile gratuitamente online, e...[Read More]

Fire Emblem Path of Radiance – Un’analisi sul razzismo e altre forme di discriminazione

Come attivista impegnato in politiche queer e interessato al femminismo intersezionale, tendo a osservare criticamente la rappresentazione dei temi sociali nei media, specie nel mondo dell’intrattenimento. Nel corso degli anni, i romanzi, i film e i telefilm hanno affrontato tematiche come il razzismo, il sessismo e l’omofobia in maniera sempre più profonda ed esaustiva, mentre le minoranze ...[Read More]

Neverwinter Nights (il primo): i moduli che vale la pena di provare

Una sorta di articolone-lampo, questo, che prende le mosse da una benaugurata offerta messa in campo in queste ore da GOG: in occasione dei saldi invernali e fino alle ore 11:00 GTM del 3 dicembre, la Diamond Edition di Neverwinter Nights – comprensiva di varie espansioni e pacchetti aggiuntivi – sarà disponibile gratuitamente. Per farla breve: agli occhi degli stolti, Neverwinter Nigh...[Read More]

Quando Capcom perde colpi: ascesa e caduta del character-design di Street Fighter

Sia subito chiaro un punto: chi scrive ha sempre considerato la trasposizione in tre dimensioni (o meglio: in quelle tre dimensioni) dell’universo di Street Fighter una maldestra porcheria. E dunque, paradossalmente, una mossa degnissima di Capcom, che a operazioni non propriamente brillanti è ormai avvezza da un po’. C’è da dire che il passaggio al 3D a partire da Street Fighter...[Read More]

The Witness e la filosofia dei pannelli

Il seguente articolo ha come destinatari tre categorie di lettori: 1) chi sta giocando a The Witness e ha già risolto più di un centinaio di pannelli e anche qualcuno degli ambientali; 2) chi ha giocato e ha terminato il gioco o lo ha abbandonato definitivamente; 3) chi non è interessato all’opera di Jonathan Blow, ma, comunque, è incuriosito dalle implicazioni filosofiche di un videogioco. ...[Read More]

Dear Esther e Gone Home: esplorare il significato dei videogiochi

Prima di tutto, una piccola avvertenza: questo articolo contiene spoiler dei due giochi presenti nel titolo. L’obiettivo che mi propongo in questa sede è di mostrare come spesso, nel momento in cui attuano una critica nei confronti di un videogioco, i giocatori diano per scontato una definizione di questo medium piuttosto che un’altra, senza tuttavia chiedersi se le cose stiano effettivament...[Read More]

Intervista a Matsuzo Machida e Miyako Kato: il duo creativo della serie Shadow Hearts

(Please note that all the questions and answers below are both in Italian and English) Seppur in misura minore rispetto a tanti altri classici dell’era PS2, la serie Shadow Hearts – nata su PS One con il nome di Koudelka – ha catturato per anni l’interesse degli amanti di J-RPG non convenzionali. Caratterizzata da atmosfere orrorifiche inconsuete per il panorama creativo co...[Read More]

I videogiochi nel cinema. Alcuni consigli per le feste natalizie

Cinema e videogiochi sono chiaramente media con caratteristiche differenti. Il primo fa leva sull’immaginazione del pubblico mostrando immagini di luoghi o eventi che sollecitano domande e interrogativi. Il secondo lascia posto all’interattività così non solo da poter esplorare storia e mondo ma anche da poter realizzare in esse le proprie intenzioni, laddove nei film sono attuate escl...[Read More]

Videogiochi e violenza: i giocatori non sono zombi morali

La mattina del 20 aprile 1999, due adolescenti, Eric David Harris e Dylan Bennet Klebold, entrarono nella loro scuola, la Columbine High School, nella contea di Jefferson, vicino Littleton (Colorado), armati fino ai denti (fucili a pompa e semi-automatici). Quando incominciarono a sparare all’impazzata uccisero 12 studenti e un insegnante, mentre i feriti furono 24. Da tempo i due ragazzi avevano ...[Read More]

Final Fantasy IV – La figura genitoriale

Con questo secondo articolo, dedicato a Final Fantasy IV, continua la breve ma verbosa, studiata ma arbitraria, ampollosa ma succinta serie riservata all’analisi delle figure genitoriali nella saga fantasy più famosa ever. Passo (quasi) subito al dunque, dato che un’introduzione alla questione l’ho già scritta nell’articolo precedente.  Questo articolo parla esclusivamente di Final Fantasy IV, del...[Read More]

  • 1
  • 2