Assassin's Creed русский язык

Dario

Dopo Cina e India, Ubisoft ha deciso che questa ultima avventura appartenente alle cronache degli assassini deve chiudere in bellezza lo spin-off concepito dai Climax Studios, già noti per aver dato alla luce i due spin-off più convincenti della serie Silent Hill dopo il passaggio di testimone dello sviluppo da Oriente a Occidente. Come già raccontato in precedenza, queste micro-avventure si distaccano fortemente dall’impianto ludico della serie principale, preferendo un gameplay 2,5 D in cui la furtività è la chiave di volta dell’intera esperienza. Poco male: questa ritrovata freschezza di matrice platform è riuscita a convincermi, nonostante la mia conclamata avversione per la serie, tanto da avermi spinto a giocare l’intera trilogia. Il merito dei Climax Studios è quello di aver privilegiato una varietà ludica inaspettata e di un livello di sfida più alto rispetto alla media della serie Ubisoft, aspetto quest’ultimo che in Russia si concretizza spesso in una sequela di game over e imprecazioni allo schermo. Benvenuti nella terra degli zar!

La storia è raccontata attraverso intermezzi finemente caratterizzati con animazioni realizzate a mano.

La storia è raccontata mediante intermezzi finemente caratterizzati con animazioni realizzate a mano.

Una fuga rossa

Nikolai e Anastasia (sì, la tsarina!) sono i protagonisti dell’epilogo di Assassin’s Creed Chronicles e il loro obiettivo è quello di fuggire da una città messa ferro e fuoco dai Bolscevichi. La possibilità di controllare due personaggi permette di alternare due approcci di gioco differenti: uno non molto dissimile rispetto ai due episodi passati, quando ci si trova a guidare i passi dell’attempato assassino russo, e uno maggiormente votato alla furtività, quando è Anastasia quella a doversi muovere nell’ombra, magari sfruttando i poteri “Helix” di cui è dotata. In entrambi i casi Russia propone un livello di sfida che lascia poco spazio all’improvvisazione, punendo con schermate di game over chiunque tenti di avanzare nelle lugubri atmosfere urbane senza aver pianificato per bene ogni singolo passo. Essere scoperti dal nemico equivale quasi sempre a dover ricominciare la partita dall’ultimo checkpoint; una filosofia che temprerebbe chiunque, anche i più stoici giocatori della serie Souls.

assassins creed chronicles russia img001

Gli scontri diretti con i nemici sono quasi sempre l'anticamera di un Game Over.

Gli scontri diretti con i nemici sono quasi sempre l’anticamera di un Game Over.

Rispetto a China e India, inoltre Russia introduce diverse novità rese possibili dal contesto storico in cui si ambienta, come un fucile utilizzabile per eliminare i nemici a distanza, nonché varie soluzioni che sfruttano la presenza di apparecchi elettrici. Sono diversi gli escamotage che permettono di distrarre le guardie o accedere a zone altrimenti irraggiungibili, come telefoni da far squillare, disturbatori elettronici, mine con sensori di vicinanza e addirittura sporadiche sessioni in cui si è chiamati a usare un fucile da cecchino per eliminare gruppi numerosi di guardie avversarie dalla lunghissima distanza. Non si tratta di rivoluzionare la formula di gioco, dopotutto l’ossatura è la medesima, ma sicuramente il ritmo dell’azione ne beneficia, soprattutto quando si deve fare spesso i conti con situazioni di una complessità difficilmente rintracciabile in China e India.

Potrebbe anche ricordare "The Saboteur", ma questo Assassin's Creed Chronicles: Russia rimane davvero bello da vedere. Anche con i suoi difetti.

Potrebbe anche ricordare “The Saboteur”, ma questo Assassin’s Creed Chronicles: Russia rimane davvero bello da vedere. Anche con i suoi difetti.

Trial & error

Pad alla mano, il gioco non è molto diverso dai predecessori, ma apporta abbastanza modifiche da risultare comunque interessante.

Un po’ come per i passati capitoli, anche in Assassin’s Creed Chronicles: Russia il sistema di controllo appare inutilmente complicato, con una schematizzazione delle azioni eseguibili non sempre agile quanto il gioco sembrerebbe richiedere in alcune sessioni; la tempestività con cui si deve accoppare un nemico prima che questo raggiunga una zona sicura non va di pari passo con una mappatura dei comandi altrettanto solida, con conseguenze quasi sempre infelici. Inoltre l’estrema schematizzazione del level design promossa da Climax Studios e la routine comportamentale dei nemici sembrerebbe suggerire soluzioni strategiche praticamente obbligate, lasciando poco spazio all’individualità del giocatore. Aspetto ulteriormente evidenziato dal livello di sfida marcatamente più alto. Insomma, o si persegue l’unica soluzione concepita dagli sviluppatori, o bisogna semplicemente prendere atto di non essere in grado di proseguire nel gioco. Niente da dire, invece, sul comparto tecnico, praticamente identico agli altri episodi di Assassin’s Creed Chronicless con l’unica eccezione di una direzione artistica forse più ispirata rispetto al diretto prequel, India.
Le soluzioni cromatiche adottate per Russia sono indovinatissime e riescono nell’arduo compito di rendere credibile un titolo che, senza tanti giri di parole, potrebbe apparire senza alcun tipo di downgrade anche sui dispositivi mobili attualmente in commercio. E infine un commento relativo alla longevità: quella di Nikolai è un’avventura della durata piuttosto esigua (si parla di 4-5 ore di gioco se non ci si cura dei contenuti aggiuntivi), ma che se rapportata al prezzo piuttosto basso a cui è proposta rimane tutto sommato digeribile.

Assassin’s Creed Chronicles: Russia

Sviluppatore: Climax Studios
Publisher: Ubisoft
Genere: Platform
Disponibile: Digital+retail
PEGI: 16+
Lingua: Italiano
Versione Testata: PlayStation 4
Ringraziamo il publisher per averci fornito una copia review

Dove trovo posso acquistarlo?

PS Store

XBOX MARKETPLACE

Compralo su Amazon!


Assassin's Creed: Chronicles Pack - PlayStation 4 (Videogioco)


List Price: EUR 30,49
New From: EUR 15,00 In Stock
Used from: Out of Stock

Assassin's Creed: Chronicles Pack - Xbox One (Videogioco)


List Price: EUR 30,49
New From: EUR 20,51 In Stock
Used from: EUR 15,49 In Stock

Assassin's Creed Chronicles Pack - PlayStation Vita (Videogioco)


List Price: EUR 30,49
New From: EUR 49,90 In Stock
Used from: Out of Stock

Contenuti

  • Coinvolgimento
  • Narrazione
  • Interazione
  • Linearità
  • Condivisione

Galleria

Nel momento in cui scrivo China, India e Russia sono venduti in un’unica confezione retail acquistabile nei negozi, e seppur con qualche limite strutturale di fondo non posso che consigliarne l’acquisto a chiunque volesse beneficiare di un capitolo della serie Ubisoft un po’ fuori dai soliti schemi a cui ci ha abituato. Divertente e mai banale, la trilogia di Assassin’s Creed Chronicles chiude i battenti, dimostrando come la serie si presti a diverse sperimentazioni ludiche che non contemplino, per forza di cose, budget da produzione cinematografica.

giallo

Good

  • Buona direzione artistica
  • Livello di sfida stuzzicante
  • Level design complesso

Bad

  • Molto simile ai predecessori
  • Lascia poco spazio alla sperimentazione
  • Difficilmente incontrerà il gusto di chi ama la serie principale
6.8

Dario
Amo i videogiochi, ma la mia passione principale è il nuoto. Se solo si potesse portare la PS4 in spiaggia...