Proteste tra i genitori giapponesi: Yo-kai Watch e il problema della teiera fallica

Yo-kai Watch

Yo-kai Watch non ha mai rappresentato un concorrente davvero pericoloso per Pokémon a livello internazionale, ma non c’è alcun dubbio che il franchise abbia riscosso un successo considerevole in Giappone, dove la serie animata che accompagna i videogiochi è ancora in onda e registra ascolti importanti. Proprio nel corso di una delle puntate recentemente trasmesse, tuttavia, un personaggio in particolare ha sollevato numerose polemiche, ed è abbastanza facile capire perché.

Si tratta di Zundoumaru, che gli appassionati ricorderanno di aver già visto nel videogioco per mobile Yo-kai Watch: Wibble Wobble. La sua controparte animata sembra però aver attratto le attenzioni di molti genitori. Prima di diventare uno Yo-Kai, infatti, Zundoumaru era una teiera caratterizzata – stando alla descrizione – da un forte “amore per le donne”. Il che spiegherebbe forse la peculiare posizione del suo “becco” dopo la trasformazione, come dimostrano le immagini sottostanti riportate da Infoseek.

Subito dopo la messa in onda dell’episodio, le istituzioni preposte al controllo dei contenuti televisivi hanno cominciato a ricevere valanghe di telefonate di genitori preoccupati. Del resto, non è solo il richiamo fallico il problema: uno degli attacchi di Zundoumaru prevedeva infatti uno spruzzo fuoriuscente dal becco di cui sopra, e contenente “acqua insieme a uno speciale ingrediente”. Non abbiamo ancora notizia degli eventuali sviluppi della questione, ma sembra improbabile che tale faccenda resti impunita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.