343 Industries al lavoro per aggiornare Halo The Master Chief Collection: ecco cosa migliorerà

343 Industries al lavoro per aggiornare Halo The Master Chief Collection: ecco cosa migliorerà

Quando venne lanciata nel novembre del 2014, Halo: The Master Chief Collection non venne accolta in maniera positiva dai giocatori, in special modo da coloro che non vedevano l’ora di tornare a sfidarsi nei campi di battaglia online. Quella che sulla carta avrebbe dovuto rappresentare la raccolta definitiva, era invece afflitta da numerosi problemi al comparto multiplayer: tempi di attesa biblici, matchmaking fallato e bug di ogni sorta erano all’ordine del giorno. Per di più, molte di quelle criticità non sono mai state risolte, e sono ancora lì ad affliggere un comparto multiplayer ormai pressoché deserto.

A quanto pare, l’idea di far coesistere quattro differenti engine in un unico ecosistema si è rivelata più ambiziosa e complicata del previsto. Qualcosa tuttavia si sta muovendo: con Xbox One X ormai sul mercato, e dopo aver già lavorato all’aggiornamento grafico di Halo 5: Guardians, 343 Industries si è ora lanciata in una nuova impresa, ovvero nel restauro di quello che era già un restauro dei primi quattro capitoli della saga.

In un intervento apparso su Halo Waypoint, gli sviluppatori hanno fatto sapere di essere impegnati nella lavorazione di un aggiornamento, che si pone questi obiettivi:

  • Conversione delle API e dei kit di sviluppo;
  • Risoluzione dei bug e riscrittura del codice;
  • Rimozione peer to peer e utilizzo di server dedicati;
  • Miglioramento del matchmaking e della gestione dei differenti engine;
  • Cambiamenti significativi alla gestione dei party e della co-op online;
  • Miglioramenti grafici per Xbox One X.

343 Industries non ha annunciato la data di pubblicazione della suddetta patch, ma i giocatori iscritti al programma Insider di Microsoft potranno partecipare alle fasi di testing e fornire il loro feedback. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Antonio Izzo
Videogiocatore da più di vent'anni, passa senza soluzione di continuità da una piattaforma all'altra e da un genere all'altro. Dategli un pad e vi solleverà il mondo.