Top 3 2017 – I titoli preferiti dai membri della redazione di GeekGamer.it

Top 3 2017 – I titoli preferiti dai membri della redazione di GeekGamer.it
Luca Alberoni

Luca Alberoni

Magikarp Jump (AndroidiOS)

Un gioco per mobile. Un gioco scemo. Eppure semplicemente qualcosa con cui scaricare il proprio stress e darsi gara per futili motivi. Una dedica ad un pesce fittizio sbeffeggiato pure in-game, nei modi più cattivi, che spera in un salto di qualità, con questa applicazione perfettamente carina e pulita, nello stile grafico a tinte unite e nelle meccaniche minimaliste. Un titolo che non mette fretta con daily quest o timer, a meno che il giocatore stesso non abbia voglia di farlo. In sintesi, sorprendentemente ottima progettazione da cui prendere ispirazione.

Kingdom Hearts 0.2 Birth by Sleep -A fragmentary passage (PS Store)

Una demo tecnica glorificata come “pezzo” mancante, in una saga che si appresta all’ ultimo capitolo… del primo filone narrativo (aiuto). Tappa dei buchi narrativi, di cui alcuni non si sentiva esattamente la necessità, e che fa ciò permettendo al giocatore di ambientarsi nel nuovo flow di gioco e fargli comprendere le potenzialità del terzo capitolo. Un “titolo” atto a generare hype e utile a Square Enix per esaminare l’ impatto del primo vero upgrade stilistico di Kingdom Hearts. Un’esperienza gradevole di qualche ora, che può presentare ai più temerari delle sfide extra e obbiettivi variegati per un completamento al 100%.

Dream Daddy: A Dad Dating Simulator (Steam)

Una Visual Novel comica che affronta a cuor leggero tematiche importanti. È facile perdersi in questo mondo ottimista e un po’ sciocco, nella propria sfida personale di “conquista il tuo daddy preferito”. I love interest sono atipici, così come le situazioni in cui il protagonista e sua figlia si vengono a trovare. Una fantasia, insomma, oltre che una ventata di aria fresca per i Dating Sim, e non solo per quelli che trattano contenuti LGBT. Sia questo anche solo per la varietà e la sensazione di inclusività che permane nelle vicende, che non inciampano nel volgare.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.