Top 3 2017 – I titoli preferiti dai membri della redazione di GeekGamer.it

Top 3 2017 – I titoli preferiti dai membri della redazione di GeekGamer.it
Simone

Simone Granata

 

Resident Evil VII: Biohazard (PS StoreXbox MarketplaceSteamRecensione di GeekGamer.it)

La serie targata Capcom è ormai un’istituzione, ma soffriva senza dubbio di parecchie crisi di creatività e soprattutto di qualità. Le scarse performance dei capitoli 5 e 6 non sono una novità, ma poi qualcosa cambia: forse ispirati dal successo ottenuto dalla celebre demo giocabile P.T. su piattaforma Sony, i creativi della casa di Osaka hanno tirato fuori una vera perla che stravolge le regole della saga pur tornando alle origini al tempo stesso. Un titolo solido, narrato con intelligenza e che sembra catapultare il giocatore all’interno di film horror degli anni ’80. La visuale in prima persona, grande novità del capitolo, funziona alla grande…e se vi piacciono le emozioni forti (che personalmente definirei persino “letali”) è anche disponibile in VR. NON siete pronti per questo, fidatevi sulla parola.

Dandy Dungeon: Legend of Brave Yamada (iOSAndroidRecensione di GeekGamer.it)

Ho sempre considerato il gaming mobile come una piaga da estirpare: un universo dedicato ai casual players fatto di puzzle games tutti uguali, microtransazioni e strategici in stile Clash of Clans. Poi è arrivato Yamada-kun e la mia vita è cambiata. Mai si vide un titolo così amorevolmente confezionato su smartphone e tablet: Yoshiro Kimura, già impegnato in Little King’s Story e No More Heroes, sparge pixel d’amore puro per il videogioco ed il risultato è una bomba. Dandy Dungeon crea situazioni “meta” tra il giocatore e lo sviluppatore/salaryman/36enne senza fidanzata Yamada-kun: un RPG completo sotto tutti i punti di vista, longevo e maledettamente divertente dove le microtransazioni si fanno sentire poco e lasciano spazio ad una valanga di divertimento. Da non perdere.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.