Super Mario Odyssey è, secondo la critica, l’ennesimo capolavoro made in Nintendo

Super Mario Odyssey è, secondo la critica, l’ennesimo capolavoro made in Nintendo

Il nuovo nato in casa Nintendo ha fatto parlare di sé per mesi ed è finalmente disponibile su Nintendo Switch. Dopo un tema musicale cantato che ha fatto letteralmente perdere la testa a tutto il mondo e una campagna pubblicitaria che ha coinvolto non solo un dispiegamento di postazioni di prova in tutto il globo, ma addirittura uno spot televisivo in contemporanea sui palinsesti Mediaset… beh, è fra noi.

Stiamo ovviamente parlando del celebratissimo Super Mario Odyssey (a proposito, aspettatevi a breve la recensione sulle nostre pagine), l’ultimo episodio della serie principale dedicata all’ex-idraulico italiano che da sempre rappresenta il volto della multinazionale di Kyoto. Il gioco è già acquistabile nei negozi, ma data l’estrema importanza del titolo e la sua notevole durata non possiamo che consigliarvene l’acquisto in formato digitale, per avere sempre sulla console, a portata di “partita mordi e fuggi”, l’ultima grande Odissea del baffuto eroe Nintendo.

Super Mario Odyssey è disponibile su Nintendo eShop e nel caso non foste provvisti di carta di credito potreste affidarvi all’acquisto di Carte Nintendo dello stesso valore. In alternativa potreste acquistare direttamente Super Mario Odyssey nella forma digitale ad un prezzo ancora più vantaggioso, per voi o per una persona cara.

Ma andiamo a dare un’occhiata alle opinioni espresse dai membri della critica nostrana e dei colleghi blogger.

Partiamo con Pietro Spina, autore presente anche su queste pagine, che pubblica su Nintendon una recensione che non accetta compromessi: 10 su 10, perfect score! Chiude l’iconica frase “Se non è amore questo, cosa lo è?”.

L’autorevole The Games Machine non ha dubbi: il titolo per Nintendo Switch è un vero e proprio capolavoro, all’altezza di un voto altisonante come 9.7 su 10, che è poi lo stesso riservato dalla medesima redazione per The Legend of Zelda: Breath of the Wild.

Everyeye segue a ruota con un 9.7 su 10 cucito proprio sotto un articolo di critica che ne celebra l’estrema creatività in sede di level design e ne conferma l’estrema validità anche guardando ad un pubblico un po’ più giovane.

Mattia Ravanelli, storico redattore di “Nintendo la rivista ufficiale” e attuale autore essenziale della redazione di IGN Italia, è leggermente meno entusiasta, almeno a giudicare dal più “modesto” (si fa per dire) 9.5 su 10 affibbiato all’ultima avventura di Super Mario e del suo compagno Cappy, ma comunque fermo nel ribadire come il prodotto Nintendo rimanga elegante anche nella sua “essenzialità di platforming puro“, qui piegato alla gioia dell’esplorazione più che in passato.

Di stesso avviso sembra essere Spaziogames, che saluta l’arrivo di Mario e combriccola cantante su Nintendo Switch con un 9.5 su 10. Curiosamente fra i punti negativi troviamo la realizzazione della neve (vedere per credere).

Nella discesa numerica vediamo, infine, fare capolino la recensione di Multiplayer e il suo 9.4 su 10 in calce, dove Super Mario Odyssey viene celebrato per il suo coraggio e soprattutto per essere riuscito ad unire “anime differenti in unico, splendido pacchetto”.

La critica internazionale ha infine incoronato l’ultimo prodotto Nintendo con un verdetto di 9.7 su 10, media Metacritic, aggregatore che considera oltre 100 recensioni provenienti da fonti accertate. Questa media numerica mette in relazione la qualità dell’ultima killer application Nintendo Switch con altri videogiochi celebratissimi e dalla notevole importanza storica come Grand Theft Auto V, Perfect Dark, Metroid Prime e Halo: Combat Evolved. Un risultato, almeno sulla carta, davvero niente male. Intanto Nintendo ha già raddoppiato la produzione di Switch per l’anno prossimo e il futuro, per la sua ibrida, sembra essere sempre più roseo.

 

Majkol

C’è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d’epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.