Call of Duty: WWII – Il più alto numero di utenti attivi in multiplayer dai tempi di Black Ops 2

Call of Duty: WWII – Il più alto numero di utenti attivi in multiplayer dai tempi di Black Ops 2

Sembra che Call of Duty sia tornato alla ribalta dopo alcuni risultati deludenti lo scorso anno.

Abbiamo già saputo che le vendite fisiche di Call of Duty: WWII sono aumentate in modo massiccio rispetto a Infinite Warfare del 2016.

Secondo il sito Githyp, WWII ha visto in multiplayer un picco di 56.000 giocatori dal suo debutto la scorsa settimana. Contando anche il single player, sono stati raggiunti i 76.000 giocatori – un enorme miglioramento rispetto al picco più alto di Infinite Warfare, con 15.000 giocatori.

C’è da dire inoltre che le vendite di Infinite Warfare sono state sì sorprendenti, ma i giocatori hanno abbandonato il titolo nel giro di poco tempo. 

Per trovare un Call of Duty che sia andato particolarmente bene su Steam, bisogna risalire fino a Black Ops 2, un gioco così popolare che nel 2014 lo giocavano il doppio degli utenti di Ghosts, e quando è diventato retrocompatibile con Xbox One nel mese di aprile, ha superato persino le vendite di Infinite Warfare.

Su Steam, Black Ops 2 ha raggiunto la cifra di 70.000 giocatori in multiplayer. Chiaramente gli utenti sono diminuiti col tempo, ma WWII ha nuovamente raggiunto un risultato tale che i ragazzi di Sledgehammer Games stanno lottando per mantenerlo.

Sembra dunque che gli appassionati di Call of Duty fossero pronti per un ritorno alla Seconda Guerra Mondiale – o forse avevano semplicemente voglia di qualcosa che fosse un po’ diverso dai titoli della serie lanciati negli ultimi anni. In ogni caso pare proprio che Call of Duty: WWII rimarrà uno dei titoli con più utenti attivi per un po’ di tempo.

Call of Duty: WWII è già disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC. Di seguito trovate il trailer del gioco.

Antonino
Con il joypad in mano fin da quando aveva 5 anni, ai tempi della PlayStation One, è laureato in Scienze della Comunicazione con specialistica in Editoria. Grande appassionato di cinema, doppiaggio, letteratura e videogiochi, lo chiamano internauta videoludico, o giocatore incallito.