Bloodborne: un nuovo nemico è stato scoperto dopo quasi tre anni

Bloodborne: un nuovo nemico è stato scoperto dopo quasi tre anni

Bloodborne, nato dal genio di Hidetaka Miyazaki, è uscito all’inizio del 2015, eppure continua a regalare nuove -e per lo più macabre- emozioni.

In questo video pubblicato da Moros Nyx sul suo canale YouTube, vediamo un estratto del PlayStation Experience del 2014, durante il quale Miyazaki col suo faccione gioviale presentò la sezione di gioco dei Labirinti del Calice (una serie di dungeon, alcuni dei quali sono creati in maniera procedurale e contengono una selezione di nemici e aree in combinazioni uniche) mostrando un aggressivo Gigante Non-morto con una lama ricurva e infuocata in luogo della mano sinistra.

Molti giocatori che avevano seguito da vicino lo sviluppo del titolo From Software si erano chiesti che fine avesse fatto questo particolare nemico, dato che fino a pochi giorni fa risultava del tutto assente ed era stato catalogato ormai da tempo come contenuto inutilizzato.

Questo finché un team di “Esploratori di Tombe“, guidati dal creatore del dungeon KolbrotKommander, hanno scoperto la creatura in un Calice delle Origini Contaminato e Maledetto di profondità 4.

La scoperta è facilmente verificabile da chiunque, inserendo durante la creazione di un nuovo calice il codice “pa6ssc6u“, che permette di accedere proprio al labirinto in questione.

Di certo, questa così tarda scoperta ha riacceso l’attenzione di molti appassionati in tutto il mondo, che si stanno chiedendo se Bloodborne abbia svelato o meno tutti i suoi oscuri misteri.

Imerio

Da buon rompiscatole, destreggiandomi tra giochi, libri e fumetti, serie tv e cinema, ho sempre bisogno di dire la mia. Ho un grosso punto debole per action-RPG e titoli con una forte narrativa e so essere piuttosto ossessivo nei confronti di certe opere…Odio aspettare!