Blizzard fa finalmente chiarezza sulle remastered di Diablo II e Warcraft III

Blizzard fa finalmente chiarezza sulle remastered di Diablo II e Warcraft III

Si sa che il team di sviluppo Blizzard tende a lavorare ai propri giochi per molto tempo anche dopo il lancio, e infatti è ancora alle prese con due suoi classici.

Durante il Blizzcon, dove è stato presentato World of Warcraft Classic, sono state rilasciate alcune dichiarazioni sulle versioni aggiornate di alcuni titoli di casa Blizzard. Quando Diablo II e Warcraft III vedranno delle remastered come accaduto con Starcraft Remastered?

Parlando a PC GamesN, Peter Stilwell, produttore senior di Blizzard che lavora nel team Classic Games, ha finalmente fatto luce sulla questione. Fondamentalmente, mentre l’equilibrio di gioco di Starcraft è già considerato “perfetto”, Diablo II e Warcraft III al momento non sono ad un punto di equilibrio tale da rendere gli sviluppatori sicuri di poter procedere con una versione remastered.

Stilwell afferma che le mappe di  Warcraft III sono “vecchie” e che molte vengono puntualmente evitate dai giocatori. Mentre gli utenti chiedono a Blizzard di non ritoccare Starcraft, le richieste di modifiche a Warcraft III arrivano ogni giorno. Il gioco ha ancora una sezione feedback aperta dove si possono lasciare suggerimenti per modifiche e cambiamenti al titolo.

Con Diablo II, il problema è che le classifiche sono intasate dagli hacker. «L’obiettivo qui», dice Stilwell, «è quello di continuare con le stagioni combattendo gli hacker. Forse  un buon metodo sarebbe mettere i nomi veri degli utenti in cima alla classifica». Appare comunque ovvio che non avrebbe senso al momento, con queste problematiche, avviare un processo di rimasterizzazione del gioco.

In sostanza pubblicare oggi delle remastered di questi giochi avrebbe significato far “soffrire” gli utenti che hanno amato le versioni originali ed è per questo che Blizzard non ha ancora dato il via libera al progetto.

Antonino

Con il joypad in mano fin da quando aveva 5 anni, ai tempi della PlayStation One, è laureato in Scienze della Comunicazione con specialistica in Editoria. Grande appassionato di cinema, doppiaggio, letteratura e videogiochi, lo chiamano internauta videoludico, o giocatore incallito.