Steam non gradisce contenuti espliciti, e lo sta facendo capire

Steam non gradisce contenuti espliciti, e lo sta facendo capire

Su Steam non è possibile trovare titoli con contenuti di nudo espliciti. Gli sviluppatori, di conseguenza, possono vendere una versione censurata del proprio gioco, e inserirla nello store senza alcuna ripercussione. Per alcuni utenti, però, non è abbastanza. Vorrebbero la versione integrale. Quella pensata dai creatori, insomma. Quindi, come dovrebbero procedere?

Beh, informazioni sulla presenza di censura o meno nei thread di discussione su Steam ci sono, ma non sempre contattando la fonte è possibile risolvere il “problema”. Prendiamo ad esempio un caso recente: Galaxy Girls. Un titolo… senza troppe pretese. Con una versione ritoccata sullo store. Un rappresentante di Dharker Studio in risposta ad un utente, che chiedeva indicazione su come utilizzare una patch di de-censura, ha dichiarato di aver ricevuto direttive sul “non pubblicare o reindirizzare a patch di questo tipo, ne a fornire indicazioni in merito al loro utilizzo“.

Steam, tuttavia, non ha rilasciato commenti ufficiali in merito alla faccenda, o all’ argomento più ampio. In questo caso, perciò, sembrerebbe che le azioni parlino più forte delle parole.

Luca Alberoni

Un (futuro) programmatore speranzoso di poter migliorare negli RTS. Ha una lista interminabile di serie da vedere e titoli da giocare.
Inoltre, è segretamente 5 cani sotto un impermeabile, ma non si nota, tranquilli.