For Honor – In tre mesi persi il 95% degli utenti della versione PC

For Honor – In tre mesi persi il 95% degli utenti della versione PC

Un anno fa il sito githyp.com pubblicò un resoconto della popolarità di Tom Clancy’s The Division a tre mesi dal lancio, da cui emergeva che la versione PC aveva perso il 93% della base utenti. Oggi, tre mesi dopo il lancio più grande di Ubisoft nel 2017, For Honor ha superato tale record negativo, perdendo il 95% dei giocatori su Steam.

Come fatto notare più volte, For Honor ha avuto un lancio tormentato. Vari problemi portarono oltre la metà dell’utenza ad abbandonare il gioco su Steam entro le prime due settimane, un numero che era assimilabile all’utenza su PlayStation 4 e Xbox One.

I dati dimostrano come l’entusiasmo iniziale dei giocatori sia rapidamente scemato. Basti pensare che la beta al lancio debuttò al primo posto su Twitch con un picco di 146000 visualizzazioni, per poi scendere del 62% già dopo la prima settimana.

Uno dei primi segnali che For Honor avrebbe potuto essere nei guai è stato quando il lancio ufficiale del gioco completo ha debuttato con il 36% di giocatori in meno rispetto alla beta.

Anche se la versione di riferimento di questi dati è sempre quella per PC e potrebbero essere leggermente imprecisi  per via del fatto che sono stati rilevati solo quelli deducibili da Steam (quindi niente Uplay), è comunque evidente che Ubisoft non stia navigando in acque tranquille.

Come agirà dunque la software house nel prossimo futuro?

Antonino

Con il joypad in mano fin da quando aveva 5 anni, ai tempi della PlayStation One, è laureato in Scienze della Comunicazione con specialistica in Editoria. Grande appassionato di cinema, doppiaggio, letteratura e videogiochi, lo chiamano internauta videoludico, o giocatore incallito.