Persona 5: uno sguardo ravvicinato a una stella perduta…

Persona 5

Il 14 febbraio 2017 Persona 5 sarà pubblicato per PS3 e PS4, ma cominciano già a diffondersi materiali promozionali più informativi sul conto dei molti personaggi che ne popoleranno l’universo. Come in molti tra i lettori già sanno, si tratta di un gioco incentrato sui conflitti interiori ed esteriori di un gruppo di studenti problematici delle scuole superiori, i quali vivono una doppia vita: trascorrono le giornate come normali liceali di Tokyo, ma allo stesso tempo possono intraprendere avventure fantastiche utilizzando il loro poteri ultraterreni per entrare nei cuori della gente.

Il loro potere deriva da Persona, qualcosa di molto simile al concetto junghiano di “sé”. Gli eroi del gioco si rendono infatti conto che le forze della società moderna portano le persone ad indossare delle maschere per proteggere la loro vulnerabilità: solo strappandosi la maschera protettiva e confrontandosi con il proprio io interiore, gli eroi sono in grado di risvegliare la forza più profonda per cercare di aiutare chi ha bisogno.

Tra questi eroi si annovera Ryuji Sakamoto, promettente stella dello sport che ha dovuto tragicamente abbondonare la sua carriera a causa di gravi lesioni procurate dai durissimi allenamenti del suo sadico allenatore, Kamoshida. Senza più un futuro nel mondo dello sport che amava, Ryuji inizia a ribellarsi contro la società che percepisce corrotta.

Ecco di seguito un video di presentazione di questo personaggio…

…mentre nel video successivo si riporta l’intervista a Max Mittelman, l’attore che gli offre la voce:

 

 

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.