Tekken 7: Fated Retribution – I personaggi più utilizzati in sala giochi

Tekken 7: Fated Retribution – I personaggi più utilizzati in sala giochi

tekken 7 pollTekken 7: Fated Retribution, la versione aggiornata di Tekken 7, è da poco approdata nelle sale giochi giapponesi e coreane e sembra che i giocatori stiano apprezzando davvero molto le novità apportare da questo aggiornamento. Oltre a rendere giocabili personaggi come Nina e Gouki (Akuma da noi), Fated Retribution applica diversi ribilanciamenti nel parco mosse dei personaggi e apporta diverse modifiche estetiche al roster, regalando ad ognuno dei personaggi un nuovo costume principale. 

Secondo un utente di neoGAF, famosissimo forum statunitense dedicato ai videogiochi, pare che l’aggiornamento dalla versione vanilla, che avviene tramite una penna USB, sia piuttosto costoso, ed è per questo che potrebbe non arrivare facilmente a noi in tempi brevi. In ogni caso pare proprio che le novità siano state accolte con grande entusiasmo dai giocatori, tanto da incoronare subito due dei personaggi addizionali resi giocabili con l’aggiornamento fra i combattenti più utilizzati nelle scazzottate digitali. Il guerriero più utilizzato dai giocatori coreani e giapponesi, infatti, sembrerebbe essere proprio Gouki (Akuma), seguito a ruota da Kazuya, la bella Nina e lo storico King, che s’è dovuto accontentare del quarto posto. Inoltre, pare che l’arcade mode e la modalità storia culminino in uno scontro proprio con Gouki, il personaggio preso in prestito dalla serie Capcom Street Fighter: che Harada e Bandai Namco abbiano deciso di dargli un ruolo determinante all’interno della storia di Tekken?

Tekken 7: Fated Retribution arriverà su PS4, Xbox One e PC nei primi mesi del 2017 e vanterà uno story mode completamente riscritto e ispirato a quello visto nella serie Naruto Ultimate Ninja Storm di Cyberconnect2, dove le scene d’azione del gameplay si fondono in sequenze cinematiche e quick time events. Segue un video gameplay tratto dalla versione per sala giochi.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.