Street Fighter V, o delle collaborazioni esterne…

Street Fighter V

Ok, lo sappiamo, Street Fighter V (oggi in uscita su tutte le piattaforme) monopolizzerà le nostre conversazioni nelle settimane a venire, come già sta facendo da qualche tempo a questa parte. Ed è altrettanto evidente che chiunque abbia lavorato alla nuova fatica di Capcom desideri ora ritagliarsi la propria fetta di visibilità entro il cono di luce gettato da quello che rappresenta senz’altro uno dei maggiori blockbuster di quest’ultimo scorcio d’inverno.

Stavolta è il turno di Streamline Studios, che proprio ieri ha voluto ricordare al pubblico il ruolo ricoperto in collaborazione con Capcom nello sviluppo di Street Fighter V. La casa di produzione ha infatti provveduto alla messa a punto di numerosi contenuti del titolo, a cominciare dal design generale di personaggi e sfondi, fino all’ottimizzazione dell’illuminazione e della fisica del gioco. Se dunque non vi piacciono (come non piacciono a me) i modelli pongosi e pupazzosi della nuova deriva del franchise, saprete che non dovete prendervela solo con Capcom.

Lavorare con Capcom è stato fantastico, e un onore maggiore è stato mettere mano a una IP iconica come Street Fighter. Abbiamo apprezzato ogni secondo della nostra collaborazione” ha dichiarato Alexander Fernandez, CEO di Streamline Studios.

Streamline Studios ha lavorato su Street Fighter V impiegando un ampio gruppo di sviluppatori dislocati negli uffici malesi della compagnia. A quanto sembra, continuerà a collaborare con Capcom su Street Fighter V, e sta già mettendo mano a un nuovo titolo ancora non annunciato.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.