Street Fighter V – “Scegliere che personaggi includere è durissimo”

Street Fighter V – “Scegliere che personaggi includere è durissimo”

Yoshinori Ono, leggendario produttore della serie Street Fighter, ha recentemente parlato di uno dei compiti fondamentali alla base del suo lavoro: quello di scegliere chi o meno comparirà in ogni episodio della serie picchiaduristica di Capcom. L’argomento non è esattamente casuale, poiché in Street Figther V, in arrivo su PS4 e PC il prossimo 16 febbraio, mancano alcuni dei volti storici della serie, come Blanka, Guile e tanti altri. Sembra che questa scelta abbia scaldato gli animi degli addetti ai lavori, appassionati della serie tanto quanto i giocatori che da sempre ne raccolgono ogni singola iterazione lanciata nel mercato multipiattaforma (e penso di essere uno dei pochi a possedere Street Fighter IV per Nintendo 3DS…).

“È un processo davvero difficile, credetemi. I componenti del team finiscono quasi a mettersi le mani addosso quando si discute di questo argomento. Ovviamente chi vince la scazzottata può prendere la decisione finale!” – Ono ride, ma è normale che la decisione su chi inserire o meno nel roster di un picchiaduro ne decreti di riflesso il successo o l’insuccesso commerciale (vedi il bistrattato Street Fighter III e il suo cambio generazionale, tanto perfetto quanto sconosciuto dal pubblico mainstream).

“Ovviamente posso usare la mia influenza, anche se non sono grande e grosso come gli uomini occidentali. Non posso vincere uno scontro fisico con loro, ma ho la mia posizione di director e la mia influenza storica sul franchise, ergo posso inserire i miei personaggi preferiti. Sono un grande fan di R. Mika e… eccola qui!”

Ridendo e scherzando Street Fighter V approderà a febbraio con un cast di 16 combattenti, ma durante l’anno verranno aggiunti gratuitamente 5 volti appartenenti al passato della serie. Quasi sicuramente il roster verrà ampliato successivamente.

Majkol
C'è chi dice che nella sua stanzetta, dietro una mole spaventosa di fumetti d'epoca giapponesi, si celino misteri infiniti. Da sempre appassionato di videogame made in Japan e delle opere animate di Kunihiko Ikuhara, dategli un qualsiasi J-RPG e lo renderete un orsetto felice.