Persona 5: trapelano nuove informazioni sul gioco

persona 5

Annunciato ufficialmente in occasione dell’E3 2015 come una delle più interessanti esclusive per entrambe le console Sony, Persona 5 era previsto inizialmente entro l’anno scorso, ma era stato in seguito rimandato da Atlus all’estate del 2016 con l’intenzione di raffinare alcune meccaniche e presentare dunque un prodotto più completo. In attesa della pubblicazione, intanto, il director Katsura Hashino ha concesso una lunga intervista per il numero di gennaio della rivista Game Informer, nella quale sono riportate molte interessanti informazioni in merito alla nuova incarnazione della saga di Persona. Parecchie di queste notizie erano già circolate sui media nipponici, ma grazie a Game Informer giungono ora collazionate anche per il pubblico occidentale.

Stando alle parole di Hashino, la trama di Persona 5 sarà ancora una volta incentrata sull’alienazione e sull’insofferenza dei protagonisti nei confronti delle regole restrittive della vita contemporanea, e sulla loro volontà di rivoluzionar questa realtà attraverso un viaggio all’interno di un mondo sconosciuto, dal quale sarà possibile sottrarre gli intenti malevoli dal cuore delle persone. Il protagonista principale, nelle intenzioni degli sviluppatori, rappresenterà ancora il giocatore, che tuttavia sarà incoraggiato a interpretare un personaggio liminare, una sorta di ladro e di antieroe alla Arsenio Lupin. Vi saranno poi specifici rimandi a celebri protagonisti letterari. I personaggi si muoveranno all’interno di un mondo alternativo nascosto nei cuori delle persone – il cosiddetto Palace – esplorando angoli oscuri che celano segreti, ossessioni e paranoie tenute nascoste nella vita reale. Allo stesso modo, ciascuno dei personaggi assumerà una sorta di identità fantasma che rifletterà la loro vera natura.
Il gioco è ambientato comunque in un contesto generale realmente esistente, ossia Shibuya a Tokyo.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.