La corazzata Psychonauts procede, nonostante tutto

Psychonauts

C’è poco da fare, è un argomento che mi tocca: del resto, davvero pochissimi giochi non-cRPG e non fantasy hanno avuto per il sottoscritto un’importanza paragonabile a quella di Psychonauts e delle storie degli inimitabili personaggi che lo popolavano, dal Lattaio a Milla, da Gloria a Edgar Teglee.

Mi ha fatto dunque piacere apprendere da Double Fine che il loro gioco più importante potrà essere fruito a breve anche dai possessori di PS4. L’operazione ha l’evidente scopo di preparare un bacino d’utenza sufficientemente ampio per la futura pubblicazione di Psychonauts 2, pubblicazione che – lo speriamo – dovrebbe ormai essere stata garantita dal successo della recentissima campagna di crowdfunding.

Nel frattempo, Tim Schafer ha deciso di cavalcare l’onda del fenomeno, rivelando su Reddit alcuni interessanti dettagli in merito alla trama che dovrebbe essere a fondamento del nuovo capitolo. Stando alle dichiarazioni, la storia riprenderà esattamente da dove l’avevamo lasciata: Razputin raggiungerà dunque il quartiere generale degli psiconauti insieme a Sasha e Milla, per scoprire come l’apparente efficienza dell’organizzazione celi in realtà segreti molto poco ortodossi. Considerando che si parla persino di necromanzia, sembra che ancora una volta il gioco Double Fine comporterà l’esplorazione di aspetti decisamente inquietanti – che immaginiamo stemperati dai rovesciamenti parodistici già ammirati in Psychonauts (chi volesse farsi un’idea, ripercorra il superbo quadro di Gloria…).

Psychonauts 2, programmato come multipiattaforma, dovrebbe raggiungere gli scaffali nel 2018.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.