Hideo Baba presenta Tales of the Comfort Zone

hideo baba

Tenetevi forte perché, mi dicono, Hideo Baba (che i fan di Tales of conoscono bene) avrebbe dichiarato:

Quest’anno annunceremo i dettagli di un progetto che teniamo in serbo da tantissimo tempo. Dobbiamo uscire dalla nostra zona sicura e fare il primo passo in una direzione nuova.

Posso fare a meno di avere i brividi? No, direi di no. Mi sono venute in mente diverse possibilità e ognuna di queste mi fa tremare… in modo diverso.

Possibilità numero 1: eccitante, una nuova direzione per i Tales of (in senso buono). Se da un lato questo farebbe crollare le mie speranze per la svolta veramente dark di Tales of Berseria, potrebbe voler dire che Hideo Baba inizia a cogliere i consigli dei fan(atici) di tutto il mondo e pensa di poter spingere di più e soprattutto lavorare meglio. Del resto la storia dei Tales of non esce mai da un certo insieme (per quanto grande) di determinati tòpoi narrativi che permettono alle varie trame di raggiungere un certo livello di “complicatezza” ma senza diventare mai davvero profonde. Più tempo per lavorare alla sceneggiatura con nuovi schemi di narrazione potrebbe portare una ventata d’aria al brand che, volente o nolente, inizia a saper troppo spesso di già visto.

tales of zestiria

Possibilità numero 2: spaventosa, una nuova direzione per i Tales of (verso la fine). Perché no? Ok, ora che l’ho detto a momenti mi scendono le lacrime. Sempre sulla falsa riga del punto 1, Hideo Baba si è reso conto che la serie ha preso un binario morto e di non riuscire a rimetterla in sesto. Una scelta importante, per il team, potrebbe essere in tal caso quella di smettere di banchettare su un cadavere (a differenza di certe altre software house) e dedicarsi a progetti completamente nuovi. VA BENE, VA BENE, sto esagerando. Non penso che sia possibile, mi pare che il buon Baba sia troppo legato alla serie e annunciarne la fine proprio nel ventesimo anniversario mi sembra più un progetto per scatenare la terza guerra mondiale che la decisione forte di un team di sviluppo.

tales of the abyss

Possibilità numero 3: curiosa, siamo delle primedonne e Tales of non c’entra una mazza. Certo, considerato che Hideo Baba ha lavorato principalmente a questa saga e che i due titoli “nuovi” di recente memoria che portano il suo nome sono Eternal Sonata e Blue Dragon DS, una considerazione del genere pare un po’ azzardata. Ma se è vero che Baba deve molto alla serie, lo è anche che una mente come la sua può dare ancora molto al mondo videoludico senza fossilizzarsi su un unico filone narrativo. Certo, nel caso di una nuova IP spererei ancora in qualcosa di legato ai jRPG… ché il mondo non ne ha mai abbastanza. Io non di certo, almeno.

tales of hearts r

… non ho trovato un’immagine adatta, quindi COSTUMI DA BAGNO!

E voi cosa vi aspettate? Tales of First Person Shooter? Una visual novel horror ambientata nel mondo di Tales of Phantasia? Fatemelo sapere nei commenti!

Riccardo

Sono una persona comune. Nato in una famiglia comune, ho ricevuto una comune educazione, ho una faccia comune, prendo voti molto comuni e penso cose comuni.
Videogioco dacché ho memoria, sonaro d’elezione ma non mi piace perdere tempo a ribadire l’ovvio. Quando arrivo alla current gen, è sempre troppo tardi.