Bioware perde pezzi: lo scrittore David Gaider esce dal gruppo

Bioware David Gaider

Intendiamoci sin dall’inizio: il soggetto delle produzioni Bioware non è mai stato meraviglioso, dai tempi del pur pregevole (per altri aspetti) Baldur’s Gate II fino al disastro senza mezzi termini di Dragon Age: Inquisition. Era in genere migliore il lavoro di sceneggiatura dei dialoghi, ai quali spettava in genere il compito di mascherare le falle delle trame. Insomma, qualunque sia la vox populi su questo argomento, ho sempre trovato traballanti molti degli aspetti specificatamente narrativi dei titoli Bioware, peraltro recentemente precipitati in un baratro di logorrea adolescenziale decisamente poco attraente.

In questi giorni sta circolando una notizia proprio relativa a questo specifico aspetto: David Gaider, storico autore per Bioware, ha deciso di lasciare la software house canadese, annunciando la propria risoluzione tramite Twitter.
Sin dagli anni ’90 Gaider aveva prestato servizio alle spalle dei titoli Bioware di maggior successo, tra i quali si annoverano Baldur’s Gate II, appunto, ma anche Star Wars: Knights of the Old Republic, nonché i titoli del franchise Dragon Age, compreso Inquisition. Proprio per quest’ultimo, Gaider aveva scritto i dialoghi di Dorian, considerato come il primo personaggio esclusivamente omosessuale in un titolo Bioware, con l’obiettivo di aumentare l'”inclusività” della serie – argomento, questo, sul quale noi di GeekGamer discuteremo molto presto.

Sono ancora ignote le destinazioni di Gaider, ma un tweet di risposta di Bioware, per il momento, gli ha lasciato porte aperte per un eventuale ritorno.

Ilya Muromets
Che poi, a ben vedere Cutie Honey era tipo la Edwige Fenech dei giapponesi.